Storia e significato di Halloween: facciamo chiarezza

Storia e significato di Halloween: facciamo chiarezza
Storia e significato di Halloween: facciamo chiarezza

Il mese di ottobre è il mese dell’autunno.

La sua fine concerne però con una festa molto attesa dai bambini quanto dagli adulti: la festa di Halloween.

Le nostre proposte

Ma sapete davvero quale sia il suo significato?

Festa di Halloween: la storia

La storia della festa di Halloween è molto veritiera e particolare.

Questa festa nasce in Irlanda e non Oltreoceano come tutti pensate.

Gli americani l’hanno solo presa in prestito dagli Irlandesi e l’hanno fatta diventare ciò che è oggi.

Anche se molto amata dai più piccoli questa festività non nasce per scopo ludico o di intrattenimento.

La parola Halloween ha un significato ben preciso e molto antico.

Come tutte le lingue bisogna scomporla.

La sua definizione è propriamente “la festa della vigilia”, anche se non è uso comune chiamarla in questo modo.

Tutt’oggi vi potete riferire a questa festa proprio per la sua vicinanza alla festività che commemora i defunti, almeno nel nostro Paese.

Dunque anche se con il passare degli anni questa festa è diventata un appuntamento fisso con la dolcezza e con la spensieratezza di una serata in allegria la sua storia è piuttosto antica e non sempre compresa.

Viene appunto tramandata di generazione in generazione come qualcosa di puro e magico che ha la funzione di protezione e salvaguardia.

Proprio in questa serata infatti si possono vivere sicuramente emozioni uniche e oltre il reale, secondo i celtici.

I bambini di tutto il mondo infatti nel corso degli anni hanno imparato a vivere questa notte stravagante in modo appariscente proprio come facevano fin dal secolo scorso.

Il significato della festa di Halloween

Molti pensano che il vero significato della festa di Halloween sia propriamente il divertirsi e il passare una serata differente rispetto alle altre.

In realtà questa concezione è sbagliata: la festa in questione infatti non è nata per questo.

Secondo l’idea irlandese del tempo questa festa aveva più radici religiose che di intrattenimento.

Veniva infatti vista come una commemorazione nei riguardi delle persone che ci avevano lasciato sulla terra e in cui venivano fatti sacrifici animali.

Era una ricorrenza mediante cui ritrovarsi a pregare e celebrare i propri cari.

Solo nel corso degli anni la concezione data a questa festa è cambiata ed è stata trasformata in qualcosa di più dilettevole, nel vero senso del termine.

I bambini oggi infatti si mascherano per divertimento mentre nel passato gli antenati lo facevano per scopi di vero e proprio culto.

Si pensa comunque ad una religione pagana ed è proprio per questo che non è stata sempre accettata da tutti.

Il significato quindi tutt’oggi non è chiaro a tutti che la vedono come qualcosa di spassoso e non tutti conoscono la vera origine della festa.

In molti però sono stati portavoce del vero significato della festa di Halloween, ma non sono stati compresi a tal punto che la festa non è più vista come qualcosa di religioso.

Dove si festeggia?

Halloween è una festa molto conosciuta in tutto il mondo.

Proprio per questo motivo molti bambini colgono l’occasione per ritrovarsi con gli amici e andare in giro per la città o il quartiere per chiedere caramelle o fare scherzi.

Anche i vostri figli lo fanno?

Sebbene irlandese, questa festa si è diffusa a macchia d’olio in ogni continente e in tutti i paesi si festeggia.

Gli Stati Uniti sono il paese nel quale si festeggia e si pratica di più proprio perché qui è maggiormente diffusa: gli irlandesi sbarcati nelle coste americane hanno diffuso a partire da qui le loro tradizioni.

La festa di Halloween si è diffusa pian piano anche in Europa e in Australia.

Negli ultimi anni sta spopolando anche in Italia dove i bambini si divertono sempre di più a mascherarsi e a eleggere la maschera più brutta della serata.

In Italia infatti questa festa si è diffusa in modo molto più ampio a partire dagli anni duemila.

La mentalità del nostro Paese è cambiata e proprio per questo si sta aprendo ancora di più alle nuove tradizioni.

I bambini italiani però in linea di massima si dilettano più in casa in quest’occasione.

Vanno quindi piuttosto controcorrente con il mood americano con il quale viene concepita questa festa.

Di rado si trovano bambini in giro per le città a chiedere dolcetti.

Tutto ciò è dovuto anche al fatto che si tende ad inglobare le tradizioni americane a quelle italiane.

Bisogna ricordare però che questa festa oggi non è più un rito religioso ma solo un momento di svago mediante cui vengono organizzate feste e occasioni in generale per ritrovarsi e festeggiare tutti insieme.

Quali sono le decorazioni?

Le decorazioni usate e messe in vista che usate tutti gli anni per questa festa vi sembrano simpatiche e rassicuranti.

Ma vi siete mai chiesti se sono un rimando all’antichità della festa o se vi mascherate solo per divertirvi con i vostri figli?

Il confezionamento della maschera e questa tradizione di mascherarsi in generale può essere messa in relazione certamente con i riti irlandesi fatti in occasione di questa festività: essi infatti usavano mascherarsi e tornare al villaggio alla luce delle loro lanterne.

Proprio così, il vostro modo di mascherarvi e di passare la serata di Halloween non è un pensiero moderno ma arriva a voi fin dall’800.

Altre decorazioni molto più moderne sono sicuramente le zucche e le ragnatele: esse sono diventate il simbolo della festività e vengono esposte a gran voce fuori da tutte le case.

Sono un passatempo molto apprezzato dai più piccoli, tant’è vero che si sono indette molte gare di intagliamento di zucche persino in Italia.

Anche all’interno delle zucche alle volte sono presenti i lumini: questo serve per segnare il sentiero e riportare i bambini a casa, come avveniva per gli irlandesi.

L’usanza poi ti fare dolcetto o scherzetto è puramente americana: essi hanno inventato questo modo di fare per far divertire i propri figli sin da piccoli.

Un’altra caratteristica della festa di Halloween creata appositamente dagli americani è quella di fare i dolcetti a tema.

Dunque si può dire che anche le decorazioni usate in questa occasione hanno dei rimandi irlandesi e non sono propriamente state ideate dagli uomini moderni.

© Riproduzione riservata