Cos’è il Dress code

dress code

Dress code è una locuzione che può essere utilizzata con diverse sfumature di significato. Se impiegata in modo generico può indicare quel codice di abbigliamento non scritto, formato da regole socialmente accettate, al quale tutti si attengono in modo più o meno spontaneo: eleganti alla sera, casual di giorno, formalmente abbigliati alle riunioni di lavoro, ecc.

Esiste però un modo più prescrittivo di intendere il dress code e che si può tradurre come abbigliamento consigliato. Si tratta di un linguaggio utilizzato negli inviti, per cerimonie o altre occasioni speciali, quando si desidera comunicare ai destinatari il tipo di abbigliamento con il quale si dovranno presentare. Indichiamo di seguito alcuni dei termini utilizzati.

Le nostre proposte

Piccola guida al dress code

  • Casual: nessuna regola, abiti informali e massima libertà.
  • Casual chic: abbigliamento informale, ma raffinato e ricercato.
  • Semi formal (o smart elegant): è richiesto per matrimoni o cocktail-party. Più elegante del precedente lo si interpreta correttamente indossando un vestito di classe o un tubino.
  • Formal: si richiede per occasioni pomeridiane o serali che prevedono cocktail, cene o balli. Si possono indossare abiti lunghi e di una certa importanza.
  • Total black: non sembra richiedere delucidazioni, forse suggerimenti: ponete attenzione al taglio, al tessuto e alle applicazioni del vostro abito.
© Riproduzione riservata