Cos’è il Leavers

leavers

Antica arte esercitata dalle nobildonne veneziate, il leavers (ovvero il merletto) ha attraversato alterne fasi di notorietà e diffusione. Oggi, come pratica artigianale antica e radicata sul territorio italiano, il merletto è presente nei musei, è diffuso nelle scuole ed è sostenuto da numerosi e appassionati cultori, che ne mantengono viva la tradizione.

Le origini del merletto

Il leavers nacque nella seconda metà del XV secolo a Venezia e a Burano, quando si svilupparono parallelamente le due principali tecniche attraverso le quali si è formata questa piccola forma d’arte: il merletto ad ago e il merletto a tombolo (o a fuselli). Più economico, quest’ultimo giunse in Italia verso gli inizi del 1400, probabilmente dalla Magna Grecia e dall’Asia minore, dando vita, nelle varie città italiane, a stili diversi che ancora oggi caratterizzano le differenti lavorazioni.

Le nostre proposte

Il merletto di Venezia e il merletto di Burano

Il merletto di Venezia è costituito da un lavoro a rilievo che nel merletto di Burano lascia spazio a quello che oggi ne è il metodo di lavorazione più conosciuto e che dà luogo ad una delicata trama di pizzi e ricami su una leggera rete di fondo. I lavori a merletto del ‘500 e del ‘600, delicatissimi e quindi in gran parte perduti, ci sono noti anche attraverso i libri di disegni per pizzi e merletti, pubblicati a Venezia da famosi tipografi e incisori.

© Riproduzione riservata