Proposta di matrimonio a Parigi: dove farla?

Proposta di matrimonio a Parigi dove farla
Proposta di matrimonio a Parigi dove farla

Parigi è per antonomasia la città dell’amore e del romanticismo, il luogo ideale dove dichiararsi e chiedere la mano della propria fidanzata.

L’imbarazzo della scelta per il tuo sì a Parigi

 Se non avete però idea di come fare, quale scegliere tra i tanti posti magici la città offre, ecco un’esauriente guida ricca di idee, luoghi romantici, originali, divertenti o più classici e frequentati, ma ugualmente unici.

Le nostre proposte

Proposte più esclusive e costose, ma anche suggerimenti che sono alla portata di tutti.

Ciò che conta non dipende da quanto spenderete, ma dalla creatività con la quale riuscirete a realizzare una giornata o una serata perfetta, dall’amore che saprete mettere nelle parole scelte, al di là che la dichiarazione arrivi in cima alla Tour Eiffel  o in qualsiasi altro luogo di Parigi.

312 metri sopra il cielo

È l’altezza, se non si considera l’antenna, del simbolo di Parigi: la Tour Eiffel.

Non sareste i primi a compiere un gesto del genere, di proposte di matrimonio la torre più famosa e conosciuta al mondo, dal lontano 1889 quando è stata inaugurata, ne ha sentite a migliaia.

Ma resta in ogni caso un luogo magico, dal quale si può godere e spaziare con lo sguardo l’intero panorama della città.

Da lì su sembra di essere a un passo dal paradiso e nonostante sia il primo posto che salti in mente per il vostro progetto, potete star certi che renderà davvero speciale la vostra proposta.

Potreste decidere di non accontentarvi di una proposta davanti alle centinaia di visitatori della torre, tra la confusione generale e allora il consiglio è quello di orientarvi verso uno dei due ristoranti presenti all’interno della torre stessa.

Al primo piano, a 58 metri di altezza, c’è la brasserie 58 Tour Eiffel, molto più lussuoso e ricercato è l’ambiente invece nell’altro ristorante Le Jules Verne che si trova al secondo piano a 125 metri di altezza, dal quale si possono apprezzare le bellezze di Parigi.

Ottima la cucina, dopo aver assaggiato qualche piatto francese e aiutati dal buon vino non farete fatica a trovare le giuste parole per ottenere il fatidico sì.

Il momento giusto non può che essere l’inizio di ogni ora fino all’una, quando per 5 minuti la Tour Eiffel si illumina di tantissime luci che scintillano e rendono l’atmosfera speciale e magica.

Proposte ad alta quota

La Tour Eiffel è senza dubbio uno dei monumenti più importanti, rappresentativi e iconici di Parigi, la sua altezza sovrasta la città intera, ma se vi piacciono le alte quote sappiate che il simbolo della città dell’amore non è l’unico.

La Tour Montparnasse è l’alternativa alla più celebre Tour Eiffel, c’è chi la preferisce a quest’ultima e la considera la prima cosa da ammirare a Parigi.

Alta 210 metri, dalla sua terrazza posta al 59° piano potrete godere di un panorama che vi lascerà senza respiro.

Da lassù Parigi sarà ai vostri piedi e allora è probabilmente il luogo ideale per inginocchiarsi ai piedi della vostra amata e chiedervi di sposarvi.

38 secondi per salire in ascensore fino al 56° piano, qualche minuto per raggiungere la terrazza salendo li ultimi piano tramite le scale e infine la vista di Parigi che nei giorni sereni si estende fino a 40 chilometri.

Potete dichiararvi al mattino, ben cominciando la giornata che dovrà poi essere accuratamente organizzata, con una colazione speciale al Le Ciel de Paris, oppure al tramonto quando il sole scenderà dietro la Tour Eiffel e la città comincia a svegliarsi di luci.

Avete solo l’imbarazzo della scelta.

Parigi è ricca di terrazze, lussuose, eleganti e chic, dove potersi dichiarare davanti alla città intera, ma un altro luogo di sicuro impatto è invece l’Arc de Triomphe, al termine degli Champs-Elysees.

Per i francesi è un luogo sacro perché intorno a questo monumento ruota tutta la storia del Paese.

È imponente man mano che ci si avvicina e diventa quasi impossibile distogliere lo sguardo. L’ispirazione è di origine romana con i suoi 50 metri di altezza e 45 di larghezza.

Voluto e costruito da Napoleone, anche se è stato ultimato molto dopo la morte dell’imperatore francese, l’Arc de Triomphe è divenuto il simbolo di tutti i soldati che hanno perso la vita in guerra e in nome della propria patria. Alle 18.30 ogni giorno per queste persone viene accesa una fiamma in loro memoria.

Calcolate bene i tempi e fatevi trovare sulla sommità dell’Arco al tramonto, l’emozione sarà impareggiabile, la suggestione altissima, sarà impossibile dirvi di no.

L’azzurro della Senna e il verde dei giardini

Magari soffrite di vertigini e tutte le precedenti proposte non sono alla vostra “altezza”, ma Parigi è così ricca di luoghi magici e romantici che la vostra proposta di matrimonio sarà comunque accompagnata e aiutata da un bellissimo e suggestivo scenario.

Parigi è attraversata dalla Senna e sono molti i battelli a bordo dei quali potrete ammirare le bellezze della città.

Una piccola crociera, romantica e intima per la quale si sconsiglia vivamente di scegliere come mezzo un battello turistico, magari con la guida che urla al microfono.

Per il vostro proposito l’imbarcazione dovrà essere selezionata con cura e attenzione e magari, se le vostre finanze lo permettono, affittarla tutta per voi.

Parigi è anche ricca di bellissimi giardini, molti dei quali poco conosciuti e perciò ancora più adatti.

Ancora più naturale e romantico è il Parc Monceau dove non farete fatica a trovare l’angolo migliore per fare la vostra proposta.

Un giro in barca nel lago o una rosa da regalare nel Parc de Bagatelle.

Per gli amanti dell’arte non è da escludere il Louvre, spesso sempre troppo affollato, ma con la fortuna giusta e in alcuni periodi dell’anno, nei mesi più freddi, potreste ritrovarvi da soli o quasi nel Cour Caree avvicinandovi alla piramide accompagnati da una musica in sottofondo.

Quale momento migliore per la fatidica domanda?

Se nessuna di queste proposte ha ancora solleticato la vostra approvazione, qualche altra idea fuori dal comune e soprattutto dalla confusione possono essere i giardini del Musee de la vie Romantique, il Musee Rodin dove le opere del Bacio o del Pensatore potrebbero darvi la giusta ispirazione.

Infine un giro su una Citroen decapottabile, auto iconica francese, o su una carrozza, come se foste nel lontano ‘800, tra i monumenti e la storia di Parigi per un sì in ogni caso d’altri tempi.

© Riproduzione riservata