Come colorare il riso per il matrimonio

Come colorare il riso per il matrimonio
Come colorare il riso per il matrimonio

Il lancio del riso è una delle tradizioni più conosciute e praticate durante un matrimonio.

Questo avviene esattamente all’uscita degli sposi dalla chiesa (oppure dopo il rito civile).

Le nostre proposte

La tradizione vuole che il riso sia un simbolo di abbondanza e fertilità.

Per questa ragione ancora oggi si usa lanciarlo agli sposi come augurio di buon auspicio e felicità.

Ovviamente quando si pensa al riso, il colore che salta subito alla mente è il bianco.

Tuttavia, oggi esistono diversi metodi semplici per colorare il riso da lanciare al matrimonio, per rendere il tutto più originale e divertente.

Ovviamente sarete voi a preparare degli appositi sacchettini da distribuire agli invitati oppure degli eleganti coni pieni di riso disposti ordinatamente così che amici e parenti possano prenderli da soli.

Esistono tantissimi modi per colorare il riso.

Quello più conosciuto ed utilizzato è quello con la carta crespa colorata.

Sicuramente quello più facile e veloce, con materiali facilmente reperibili.

Per colorare il vostro riso avrete bisogno di carta crespa colorata, potete scegliere il colore del matrimonio oppure divertirvi a creare riso di tanti colori diversi.

Vi serviranno poi delle bacinelle d’acqua (se scegliete colori diversi ve ne occorrerà una per ogni colore) e tantissimo riso.

L’acqua deve essere tiepida, così potrete immergere all’interno i fogli colorati e lasciarli in ammollo finché l’acqua non avrà completamente sciolto tutto.

A questo punto aggiungerete il riso e lasciatelo almeno una notte.

Il giorno successivo sistemate della carta forno per mettere il riso ad asciugare.

Un altro modo veloce e sicuro per colorare il riso prevede l’uso di coloranti alimentari.

Con questi potrete anche usare un unico colore ma divertirvi a creare delle sfumature diverse.

Ciò è possibile perché nonostante venga usata sempre la stessa acqua per colorare, ogni bagno assorbirà del colore, quindi il primo riso immerso avrà una tinta più forte, mentre i successivi tenderanno a essere sempre più chiari.

Vi serviranno una pentola con acqua da bollire.

Raggiunta l’ebollizione, potrete aggiungere il colorante.

Mettete dentro il riso e scolatelo non appena vedete che si è tinto.

Usate un mestolo per scolarlo senza sprecare l’acqua rimasta, perché potrà essere utilizzata per colorare altro riso.

Anche il riso colorato in questo modo deve essere posto ad asciugare.

Oltre al lancio del riso, una volta fuori la chiesa, si possono organizzare anche tanti scherzi.

© Riproduzione riservata