Scambio delle fedi all’anulare sinistro: perché?

Fedi matrimonio
Fedi matrimonio.

Il momento in cui, sull’altare, infilate all’anulare sinistro la fede è magico, irripetibile e resterà impresso nel vostro cuore ed in quello di chi vi sta accanto, per tutta la vita.

Un gesto così naturale che forse non vi siete mai chiesti del perché l’anello di fidanzamento e la fede vengono portati proprio su quel dito.

Le nostre proposte

Perché la fede si porta al dito sinistro

La tradizione per la quale oggi siete abituati ad infilare la fede all’anulare sinistro ha radici molto lontane ed ha un significato importante che lo lega al simbolo stesso dell’amore coniugale, indissolubile ed eterno.

Le donne che si sposavano presso gli antichi egizi avevano già l’usanza di indossare un anello al dito sinistro.

La motivazione era semplice, ma estremamente romantica. Si pensava, infatti, che proprio in quel punto passasse una vena che arrivava dritto al cuore; quindi l’anello non faceva altro che suggellare un amore eterno.

Da allora in poi, la tradizione è andata avanti, seppure con significati differenti. Infatti fra i barbari lo scambio dell’anello altro non era che un segno di sottomissione e una promessa fra gli sposi.

Secondo la Chiesa Cattolica, invece, l’anulare sinistro è il quarto dito toccato dal sacerdote durante l’invocazione alla SS. Trinità, ovvero al Padre, al Figlio ed allo Spirito Santo.

Il vero e proprio scambio degli anelli, come siete abituati a farlo oggi, è un’usanza del Cinquecento e, a partire dal Seicento, le fedi cominciarono ad essere incise con i nomi degli sposi. Da un punto di vista puramente anatomico, poi, il quarto dito è quello che nel feto si forma per primo oltre al fatto che portare la fede alla mano sinistra può essere una questione pratica perché, a parte i mancini, è con la destra che si fanno tutti i lavori per cui l’anello viene, in un certo senso, preservato.

Quali usanze ci sono negli altri Paesi?

Non in tutto il mondo è tradizione portare la fede nuziale alla mano sinistra e questa abitudine non dipende nemmeno dalla religione.

Infatti in Italia, in Romania (ortodossi) ed in Turchia (musulmani) si indossa a sinistra, mentre in Spagna, in Bulgaria (ortodossi), in Grecia, in Austria o in Norvegia (protestanti) è usanza comune mettere la fede a destra.

Spostandoci molto lontano, invece, è molto romantica la tradizione cinese secondo la quale ad ogni dito corrisponde un membro della famiglia: il pollice sono i genitori, l’indice i fratelli, il medio siamo noi, l’anulare è il partner ed i mignoli i figli. E

bbene, se fate una prova unendo le mani e piegando i medi all’interno, vedrete come potrete separare le altre dita le une dalle altre, ma non riuscirete a separare gli anulari, che rappresentano quindi il legame indissolubile fra gli sposi.

© Riproduzione riservata