Quale anello scegliere per la proposta di matrimonio?

Anello di fidanzamento
Anello di fidanzamento.

Tanti sono gli uomini che sono sempre alla ricerca dell’anello giusto per la proposta di matrimonio (ecco dove va portato e perché).

La top 3 degli anelli per la proposta

Indubbiamente si può parlare di alcuni modelli di anelli che hanno fatto la storia e che riscuotono sempre un enorme successo tra le donne.

Le nostre proposte

Il solitario, ad esempio, è l’opzione più classica. Questo anello ha un solo diamante o una gemma che sta ad indicare l’amore eterno.

Ci sono poi la veretta che è la fedina composta da oro bianco e da ben cinque diamanti o la riviera che è interamente ricoperta di diamanti. La veretta è senza alcun dubbio un anello particolarmente prezioso in quanto si tratta di un gioiello importante che racchiude amore e passione che devono contraddistinguere un percorso di vita insieme.

Ultima soluzione di anello per una proposta di matrimonio è il trilogy che è un’opzione particolarmente lussuosa e che è indicata per pochi “eletti”. Infatti il suo costo è molto elevato (può superare i 5.000 euro arrivando anche poco sotto i 10.000). Esso presenta tre diamanti incastonati uno dietro l’altro: questa disposizione particolare è molto simbolica in quanto sta a significare l’amore passato, il presente e quello futuro. Un’autentica promessa di un ieri, oggi e domani da vivere insieme all’insegna dell’amore.

Le regole per la scelta dell’anello da proposta

Ci sono comunque una serie di regole molto importanti da considerare nella scelta dell’anello per una proposta di matrimonio.

Infatti la prima è quella di tener presente dello stile della donna che si vuole prendere come moglie. In tal modo ci si potrà concentrare su modelli di anelli che facciano realmente al caso della donna che si vuole sposare.

Senza dimenticare che anche la misura è fondamentale: bisogna scegliere un anello che possa essere indossato fin da subito. Ecco perché sarebbe bene dare un’occhiata ad altri anelli che indossa, evitando di andare ad occhio, ma cercando di essere quanto più precisi possibile.

Occhio anche alla pietra che si sceglie nel caso dei diamanti: vanno considerate le quattro C, ovvero peso (Carat), colore, taglio (Cut) e purezza (Clarity). Queste vengono esplicitate nel certificato di garanzia della pietra e sono utili per verificare il tipo di anello da acquistare. Ultima dritta utile per un uomo che vuole acquistare l’anello per la proposta di matrimonio è quello di non recarsi da solo in gioielleria ma con una persona fidata come un amico o anche un genitore.

Leggi anche:

© Riproduzione riservata