Letture matrimonio: le nostre preferite

Matrimonio in chiesa
Matrimonio in chiesa.

Come realizzare il libretto perfetto con le letture del matrimonio

Avete mai pensato a come dovrebbe essere il libretto del vostro matrimonio?

Sempre più attenzione si pone all’aspetto di questo piccolo, ma importantissimo accessorio che fa parte integrante ormai dell’organizzazione delle nozze.

Le nostre proposte

Gli sposi badano ad ogni piccolo dettaglio, dal contenuto alla copertina, affinché gli invitati possano seguire la cerimonia senza annoiarsi e portare poi a casa il libretto stesso come ricordo della festa.

Ma come si fa a realizzare un libretto perfetto per il giorno del sì? Sicuramente è importante consigliarsi con il sacerdote che celebrerà la funzione, lo stesso che segue anche il corso prematrimoniale, il quale saprà indicarvi con precisione quante letture inserire e come distribuirle (il libretto si può realizzare anche online).

Poi spetterà a voi e soltanto a voi la scelta dei passi della Bibbia che vi dovranno accompagnare nel giorno più bello della vostra vita.

Se siete indecisi e cercate qualche consiglio in merito, potete seguire gli spunti che stiamo per darvi, così da trarre ispirazione.

Combinare nel modo giusto le letture affinché non risultino pesanti e ridondanti

Non solo la scelta delle letture, ma anche la combinazione delle stesse e la loro distribuzione tra una parte e l’altra della messa sono aspetti che hanno la loro importanza nel far risultare il tutto ben organizzato.

Quando si scelgono le letture per il matrimonio è difficile combinare l’interesse di entrambi i fidanzati, ma l’impresa non è certo impossibile.

Se vi concentrate e cercare di pensare a quali tematiche vi piacerebbe fossero affrontate nel corso della cerimonia, allora potrete raggiungere il risultato desiderato: avere un libretto di matrimonio che contenga davvero le vostre letture preferite e non semplicemente una lista di letture prese quasi a caso dalla Bibbia.

Se siete in procinto di organizzare le vostre nozze, dunque, iniziate fin da subito a lavorarci su. La scelta potrebbe richiedervi un po’ di tempo ma sarà per una giusta causa.

Le giuste letture per il matrimonio: badare sempre al significato

Come scegliere le letture per il matrimonio? Da cosa prendere spunto? La Chiesa prevede che oltre a un salmo e a un brano del vangelo debbano essere inserite nel libretto del matrimonio due letture, entrambe scelte all’interno della Bibbia.

Una delle due deve essere presa dall’Antico Testamento e un’altra dal Nuovo.

Il parroco consiglia sempre ai due futuri sposi di trovare dei brani che siano loro cari e che possano andare a trasmettere dei messaggi significativi anche in relazione alla loro storia d’amore.

Non tutti però conoscono perfettamente la Bibbia ed ecco dunque che può tornare utile un piccolo aiuto.

L’Antico Testamento e la prima lettura del libretto

Partiamo da quello che viene considerato come uno dei classici nell’ambito delle letture per i matrimoni, cioè il brano della Genesi (Gènesi 1, 26-28.31a) in cui si parla della creazione dell’uomo e della donna.

Si tratta di un passo della Bibbia che tutti noi conosciamo e che può essere inserito per trasmettere il concetto che l’unione tra l’uomo e la donna è benedetta da Dio, il quale ha creato entrambi a sua immagine a somiglianza.

Molte coppie scelgono questo passo, ma vi è anche chi non lo vuole inserire perché cerca un brano più originale.

Di certo meno conosciuto ai più è il passo di Ezechiele 36, 24-28, che si concentra sulla purificazione dell’uomo e della donna da parte del Signore, il quale dà la sua benedizione.

Tornando invece alla Genesi, restando nell’ambito dell’Antico Testamento, potreste ispirarvi a un altro passo molto conosciuto, Geremia 31,31-34. Qui si legge dell’alleanza nuziale tra gli sposi, che è dettata dal cuore e dall’amore e non è da considerare come un semplice legame giuridico.

Ancora un altro passo dal quale potreste lasciarvi ispirare è Tobia 7,9-10.11-17, dove si ribadisce ulteriormente il fatto che alla base dell’unione matrimoniale vi è la volontà di Dio.

Il Nuovo Testamento e la seconda lettura

Se quelli che abbiamo visto sono solo alcuni consigli su cui poter riflettere nell’ambito dell’Antico Testamento, per quanto riguarda il Nuovo le possibili letture sono molteplici.

Normalmente al Nuovo Testamento gli sposi decidono di affidarsi per la seconda lettura del libretto, il cui messaggio può essere o meno legato a quello della prima.

Ma quali sono i passi più celebri tra i quali potreste concentrare la vostra scelta?

Per la seconda lettura del libretto molti sposi scelgono la Lettera di San Paolo ai Romani (Rm 12,1-2.9-18), un brano molto significativo che invita all’amore, alla comprensione, che induce a non ripagare il male con il male ma a riservare sempre del bene al prossimo, perché questa è la volontà di Dio, quella che si diffonda la pace e non l’odio e che tutti si preoccupino di fare il bene.

C’è poi la lettera ai Corinzi (Corinzi 12,31-13,8) in cui si esortano ancora una volta gli sposi a cercare e a diffondere l’amore, per loro stessi e per gli altri.

Un brano dunque particolarmente pertinente, che va ad esprimere uno dei concetti chiavi nell’ambito del rapporto tra due persone e che può essere consigliato per un libretto di matrimonio.

Se siete ancora indecisi provate insieme a valutare il testo della lettera ai Romani 8,31-35,37-39.

La stessa contiene parole molto significative riguardo all’amore divino che va ad unire i due sposi grazie alla cerimonia celebrata dal sacerdote.

Un passaggio fondamentale della loro vita che andrà a creare per loro un vincolo sempre più forte.

Tenete conto anche del fatto che la lettura dovrà essere affidata a una persona di vostra fiducia, un amico o un parente a cui tenete molto.

Proprio questo speciale legame riempirà ancora di più di significato quel brano che si andrà a leggere e sarà per voi tutti un’emozione indimenticabile.

Scegliere insieme le letture, affinché risultino interessanti e significative per la coppia

Troppo spesso la scelta delle letture per il matrimonio viene demandata a chi tra i futuri coniugi ha più tempo da dedicare ai preparativi.

Il risultato è che solo uno dei due seleziona consapevolmente i brani, mentre l’altro li trova lì già pronti e a volte non ne afferra neanche il significato pieno.

Se anche voi state per trovarvi in questa situazione, provvedete fin da subito a cambiare rotta e convincete il vostro lui o la vostra lei a sedersi accanto a voi per scegliere insieme le letture della Bibbia che saranno parte integrante della cerimonia di nozze.

Si tratta di un momento di condivisione da non sottovalutare, un preparativo importante per le nozze. Scegliere le letture giuste significa dare un significato ancora più pieno alla cerimonia che si sta andando a celebrare, per trattenere un ricordo ancora più vivo di ogni singolo momento.

© Riproduzione riservata