L’etichetta matrimonio di Emily Post: ecco cosa fare per non sfigurare mai!

Brindisi matrimonio.
Brindisi matrimonio.

Il galateo scritto dalla famosa autrice americana del galateo, Emily Post, è ancora oggi un punto di riferimento.

Lei è vissuta a cavallo tra il XIX e il XX secolo, ma le sue indicazioni sull’etichetta per il matrimonio sono ritenute tutt’oggi estremamente importanti per chi vuole organizzare il giorno più bello della vita nel modo giusto.

Le nostre proposte

Applicate regole precise e curate ogni dettaglio perché tutto sia perfetto.

L’abito da sposa nell’etichetta matrimonio

Il primo passo da compiere per rispettare l’etichetta matrimonio di Emily Post è l’abito da sposa.

Chi sceglie una celebrazione tradizionale deve scegliere un colore chiaro, come bianco, crema o beige. Mentre la cerimonia sulla spiaggia deve richiamare le tonalità naturali del cielo e del mare: turchese o acquamarina. In questo caso ci vuole la freschezza del mare da abbinare al colore del vestito e rendere la sposa unica.

Le scarpe

L’etichetta per il matrimonio perfetto tiene conto anche delle calzature.

Se seguite i consigli di Emily Post potete diventare una luce capace di abbagliare non solo il vostro lui, ma tutti gli invitati. Avete libertà di scelta, ma sono consigliate scarpe aperte con cinturino alla caviglia. Il bianco è l’ideale, come beige, panna, avorio o rosso. Abbinate la tonalità quella dell’abito da sposa. Combinate freschezza, originalità e tradizione.

Partecipazioni

A seconda dell’evento e soprattutto del vostro status potete dare un annuncio pubblico del vostro matrimonio. Non si tratta della pubblicazione in comune e dell’invio degli inviti. Piuttosto dovete fare un annuncio pubblico con una piccola festa, magari attraverso i giornali, se la vostra posizione la richiede. L’evento va destinato ai vostri parenti e amici e a coloro che volete informare.

Se vi apprestate alle seconde nozze, parlate prima con i vostri figli.

Gli inviti

Un matrimonio secondo l’etichetta prevede che siano la sposa e lo sposo ad avere l’ultima parola sulla lista degli invitati.

Insomma, non lasciatevi influenzare dai genitori che desiderano tutti i parenti e gli amici. La festa è vostra e siete voi a dover stabilire chi potrà essere presente. Del resto la coppia è protagonista e non gli altri.

Non dimenticate: non invitate mai gli ex e impedite che lo faccia lo sposo con le proprie vecchie fiamme.

La lista di nozze

Emily Post vi suggerisce cosa fare con la lista di nozze.

Evitate di chiedere e accettare regali in denaro. Questo porta le persone a pensare che siate avidi. In realtà non dovreste neppure chiedere doni, meglio optare per la beneficenza, suggerendo agli invitati di fare donazioni ad associazioni.

© Riproduzione riservata