In difficoltà con il tuo discorso da testimone, 10 consigli come prepararlo

discorso da testimone

Se siete stati scelti come testimoni di nozze, soprattutto da giovani coppie di sposi, quasi sicuramente non è (solo) perchè ci si attende da voi un regalo copioso. Il testimone (o la testimone), infatti, ha un un compito molto simbolico, quasi spirituale. Spesso è l’amico più stretto degli sposi, quello che li conosce da una vita o con cui condivide un legame molto intenso. Un discorso in loro onore durante il fatidico giorno, quindi, non dovrebbe comportarvi troppa fatica, ma se a scrivere e proclamare discorsi non siete proprio avvezzi, eccoci pronti a darvi qualche utile consiglio e idea in merito.

Scriverlo in anticipo

Non fate l’errore di voler improvvisare, specie se parlare in pubblico non è proprio il vostro forte e sapete di essere emotivi. Meglio essere preparati e scrivere in anticipo il vostro discorso di nozze. Potrete decidere di leggerlo oppure di seguire una scaletta con dei semplici punti chiave.

Le nostre proposte

Attenzione al tempo

Evitate i discorsi eccessivamente lunghi. Il discorso nuziale ideale non dovrà durare più di qualche minuto, il tempo per ricordare, magari, un simpatico episodio sulla coppia e auspicare loro il meglio per l’avvenire con delle frasi di auguri ad effetto.

Discorso simpatico ma non comico

Va bene essere simpatici, ma senza esagerare! Una battuta divertente è sicuramente adatta, ma senza sfociare in una completa barzelletta: rischiereste di mettere in imbarazzo gli sposi e voi stessi.

Niente parolacce

Inutile dire che si tratta di un’occasione importante, molto formale, in cui saranno presenti, molto probabilmente, anche persone di una certa età, con una mentalità magari un po’ all’antica. Assolutamente no, quindi, all’uso di parolacce o termini sconci.

Concetti semplici

Non addentratevi in discorsi contorti e non fate troppe digressioni: il rischio di perdere il filo del discorso da testimone è sempre in agguato. Sì a concetti semplici e lineari.

Parlare di entrambi gli sposi nel discorso

Sarebbe opportuno parlare degli sposi come coppia e non dilungarvi troppo sulle doti di uno solo dei due, specie se il vostro discorso da testimone sarà l’unico della serata. Nonostante foste, ad esempio, il testimone della sposa, non dimenticate di parlare anche del suo consorte.

Niente dettagli piccanti

Anche se potreste essere a conoscenza di situazioni piccanti sulla coppia, evitate assolutamente di parlarne. Di certo gli sposi non vorrebbero che fossero messi in piazza dettagli della loro vita privata confidati probabilmente con molta discrezione.

Voce alta e intonazione

Non siate timidi! Quando direte il vostro discorso da testimone parlate ad alta voce (ma senza urlare!), stando ovviamente in piedi, con naturalezza ed intonazione, evitando di cantilenare discorsi a memoria. Siate coinvolgenti.

Leggere il discorso alzando lo sguardo

Non di poco conto saranno i vostri occhi e ciò che con essi riuscirete ad esprimere. Non dovreste, infatti, tenere lo sguardo basso ed intimorito, ma guardatevi intorno mentre parlate, scrutando gli sposi e gli invitati ed osservando le loro reazioni alle vostre parole d’affetto sincero.

Non bere prima del discorso

Anche se il vostro discorso è scritto in anticipo, non dovreste bere – troppo – prima di proclamarlo. Rischiereste, infatti, di non ricordare neanche più la scaletta che vi eravate preparati e di fare una gran brutta figura.

© Riproduzione riservata