Drip Cake: come realizzare la torta must del 2018

Drip Cake

Tutto ciò che dovete sapere per realizzare una fantastica Drip Cake

Introduzione e cenni storici della Drip Cake

Innanzitutto un po’ di storia: la Drip Cake pare sia stata ideata nella lontana Australia e prenderebbe spunto dall’espressionismo astratto, detto anche action painting, di cui l’americano Jackson Pollock ne fu il maggior rappresentante. Secondo il suo personale stile, definito proprio “drip painting “, il colore veniva fatto letteralmente gocciolare sulle tele, creando effetti pittorici molto particolari.

La Drip Cake è quindi una “torta che gocciola” (traduzione letterale) e sarà a tutti gli effetti la protagonista del matrimonio 2018, scalzando la “Naked Cake” che è stata la più quotata del 2017. Adatta ad ogni tipo di evento, sarà bene però scegliere la giusta versione a seconda che dobbiate organizzare un semplice compleanno fino ad un party nuziale. Attenzione quindi ai colori ed al tipo di glassatura, oltre che alle decorazioni aggiuntive. Ecco, quindi, qualche suggerimento per realizzare la vostra perfetta Drip Cake.

Le nostre proposte

Per ogni evento la giusta Drip Cake

Innanzitutto sarà bene analizzare il tipo di evento che dovete organizzare, ed in base al grado di formalità che avrete scelto la vostra Drip Cake ne sarà lo specchio. Una festa di compleanno per un bambino potrebbe prevedere una bellissima Drip Cake coloratissima, con una glassa al cioccolato oppure alla fragola che gocciola dal top fino alla base, arricchita di confettini colorati e il personaggio preferito dal vostro bambino sulla cima, magari in pasta di zucchero dai colori accesi.
Per una festa di adulti, invece, la Drip Cake potrà diventare più raffinata, conservando l’effetto “naked” oppure rivestendosi tutto intorno di una glassatura uniforme che ne nasconda la farcitura. Una glassa al caramello potrebbe essere l’ideale per un anniversario di nozze, magari su una torta bianca, oppure viceversa del cioccolato bianco che cola su una torta rivestita di ganache al cioccolato fondente. Se pensate ad una torta nuziale in stile Drip Cake, optate per colori pastello e decorazioni raffinate, senza dover rinunciare agli sposini tridimensionali in cima alla vostra torta.

Fiori e frutta, fresca o secca, sono tra le decorazioni più indicate per questo tipo di torta, ma attenzione a non esagerare se l’effetto bohemien non è propriamente quello che volete. Infine, a seconda del numero degli invitati potrete optare per una Drip Cake composta da più piani (ogni piano dovrà “gocciolare” sul successivo in maniera naturale ma armonica) oppure per una torta ad un solo piano ma abbastanza alta da far risaltare l’effetto “drip”.

La ricetta base della Drip Cake

Drip cake
Drip Cake con decorazioni di meringhe e ciliegie


Premesso che ognuna di voi potrà affidarsi alla propria fantasia e gusti personali, quella che desideriamo riportarvi è una ricetta di Drip Cake di facile realizzazione, ideale da preparare anche in casa.
Procuratevi innanzitutto 250 gr di burro, 250 gr di zucchero, 250 gr di farina 00, 4 uova grandi e una bustina di lievito per dolci. Lavorate insieme zucchero e burro ammorbidito, poi aggiungete le uova ed infine farina e lievito. Amalgamate bene il tutto per ottenere un composto omogeneo che dividerete in due tortiere da circa 15 cm di diametro, imburrate ed infarinate. Cuocete in forno per circa 50 minuti a 180°. La farcitura, secondo il nostro tutorial di Drip Cake, potrebbe essere composta da 450 gr di ricotta, 150 gr di zucchero a velo e 400 ml di panna montata. Amalgamate bene tutti gli ingredienti e, se volete, aggiungete a piacere essenza di vaniglia e gocce di cioccolato. Sfornate le basi, che dovranno risultare belle alte e gonfie, e tagliatele a metà: otterrete così 4 dischi uguali. Farcite la base con la crema e ricoprite con il disco successivo per tre volte. Con la stessa farcia avanzata potrete ricoprire tutta la torta uniformandone tutta la sagoma. Riponete in frigo e fate raffreddare. Preparate a questo punto la glassa, che potrà essere del caramello o della ganache al cioccolato e fatela raffreddare. Posizionate la torta su una gratella e iniziate dalla cima ricoprendo tutto il disco e facendo colare delicatamente la glassa lungo i lati della torta, ma senza esagerare. Fate rassodare la glassatura e poi spostate con gentilezza la torta sul piatto da portata. Decorate a piacere, magari con fragole o altra frutta di stagione.

© Riproduzione riservata