Dress code per il matrimonio, ecco cosa scrivere sulla partecipazione

dress code per il matrimonio

Forse non tutti conoscono il significato del termine composto dress code per il matrimonio. Non che in Italia non esista il buon gusto e il buon senso nel vestirsi, anzi. Da noi, però, si parla più che altro di galateo, anche per l’abbigliamento. Sicuramente, rispetto al passato, le regole al riguardo sono diventate molto meno severe e più permissive. Persino le nozze reali, negli ultimi tempi, hanno permesso strappi ai dettami più rigidi, lasciando più spazio a fantasia e anche alla comodità.

Ciò non toglie, però, che esistano comunque delle regole da seguire quando ci si veste per andare ad un matrimonio, specie se si hanno ruoli importanti e molto in vista come il testimone di nozze o i genitori degli sposi. Se temete brutte cadute di stile da parte dei vostri invitati, oppure desiderate che i vostri ospiti seguano una qualche precisa regola, come l’indossare un cappello o un abito di un particolare colore, sarà bene specificarlo già nelle partecipazioni di matrimonio. Vediamo allora come e cosa scrivere per essere chiari ma anche eleganti.

Le nostre proposte

Matrimonio informale: specificalo nell’invito!

Se il vostro matrimonio sarà più informale del previsto, sarà bene il dress code per il matrimonio sulle vostre partecipazioni. Ciò riguarda, ad esempio, un ricevimento direttamente sulla spiaggia, prevedendo magari anche bagno in mare o un tuffo in piscina; oppure se la location fosse situata in campagna, in mezzo ad animali da fattoria e voleste mettere a disposizione degli ospiti un giro a cavallo o una mungitura di mucche al volo. In casi simili sarebbe opportuno scrivere in calce frasi tipo: “Consigliato l’abbigliamento informale”, oppure “Previsto un bagno in piscina”, per indicare a chi lo volesse, di portare con sé il costume da bagno. “Indossare scarpe comode”, con un relativo abbigliamento semi-casual intuibile, per i matrimoni in campagna.

Dress code: Abbigliamento formale

Di norma non ci sarebbe bisogno di specificare agli ospiti di indossare abiti eleganti e formali un matrimonio. Ma se temete che qualcuno possa presentarsi in jeans e maglietta, potrete scrivere sulle vostre partecipazioni: “è gradito l’abito lungo”, oppure “è gradito l’abito scuro”, per lasciar intendere alle signore di indossare abiti lunghi ed eleganti (di norma il lungo è per la sera!), e lo smoking. o almeno l’abito scuro con giacca e cravatta. per gli uomini.

In America, ad esempio, si tende a distinguere la dicitura “White Tie” dal “Black Tie”, intendendo con la prima il massimo della formalità, con frac o smoking per gli uomini, con tanto di papillon, e abiti lunghi fino al pavimento per le signore. Con la seconda, il tono si smorza leggermente, lasciando libere le donne di indossare abiti lunghi o anche di media lunghezza (il corto sarebbe sempre da evitare!), mentre lo smoking o l’abito scuro (giacca e cravatta o papillon) per gli uomini. In estate, è concesso agli uomini di indossare anche abiti bianchi. Per non creare confusione, però, da noi sarebbe preferibile evitare l’inglese e ricorrere a frasi tipo “è gradito” o “è obbligatorio” in base al vostro grado di tolleranza. Anche il termine “opzionale” aiuterà a smorzare la rigidità della vostra richiesta (sempre che lo vogliate!)

Richieste particolari

Se desiderate che i vostri ospiti vestano tutti di un colore, dovrete necessariamente specificarlo sugli inviti. Utilizzare frasi tipo “obbligatorio il rosso”, per cui gli invitati capiranno di dover vestire prevalentemente di quel colore, oppure “il rosso sarà il colore dell’evento”, per lasciar intendere di indossare almeno un dettaglio del proprio outfit di quella specifica tonalità.

Dettagli come guanti e cappelli, in genere, da noi sono poco usuali, ma se desiderate che i vostri invitati li indossino, sarà bene specificarlo scrivendolo chiaramente con frasi tipo “indossare il cappello“, invito che dovranno percepire, in questo caso, solo le signore. Il consiglio, comunque, è sempre di non esagerare con richieste eccessive per non scoraggiare gli ospiti dal partecipare alle vostre nozze, mettendoli in difficoltà con colori inusuali o dettagli persino difficili da reperire in commercio.

© Riproduzione riservata