Addobbi floreali per un matrimonio primaverile: come sceglierli e risparmiare

Addobbi floreali per un matrimonio primaverile

La celebrazione di un matrimonio è ormai generalmente considerata come vero e proprio evento collettivo che, se da un lato, ha come protagonista principale la coppia di sposi, dall’altro presenta altrettanto importanti personaggi secondari. Tra questi elementi di secondo livello si possono annoverare tutti i componenti accessori che andranno a creare l’ambientazione, il trend e il mood complessivo di tutto l’evento. Gli addobbi floreali per un matrimonio primaverile rivestono quindi un ruolo davvero fondamentale, soprattutto per ciò che concerne lo svolgimento di un matrimonio in periodo primaverile.
L’esplosione e il tripudio dei colori della natura che si risveglia sarà, in effetti, lo scenario pittoresco che incornicerà alla perfezione il vostro matrimonio in primavera.
Questo ruolo di prim’ordine implica però, di contro, un investimento importante, anche in termini economici. Per cui sarà necessario prevedere a budget una voce specifica che comprenda il costo dei fiori del matrimonio, delle piante, degli addobbi floreali.
Come scegliere e risparmiare sugli addobbi floreali del vostro matrimonio?
Dovrete procedere con ordine e precisione, per evitare di spendere più del previsto e cercando di ridurre quanto possibile gli elevati costi delle composizioni floreali.

Documentatevi, valutate le diverse soluzioni più adatte al tono del vostro matrimonio, ritagliate immagini e foto, salvate le ricerche online. Una volta deciso quale tipo di fiori e piante sia più congeniale al vostro gusto personale rimanendo sempre in perfetto coordinamento con tutto il resto dell’apparato organizzativo, contattate almeno un paio di fioristi per richiedere loro un preventivo quanto più preciso possibile.
Il fiorista giusto saprà certamente realizzare le vostre idee, mantenendosi entro i limiti di spesa massimi che gli avrete imposto, nel pieno rispetto delle sfumature cromatiche e delle accezioni emotive sulle quali deciderete di impostare il vostro matrimonio.
Considerate che la questione degli addobbi florali andrà affrontata circa tre/quattro mesi prima della data delle nozze e che per riuscire a
risparmiare avrete bisogno di tempo e di impegno.

Le nostre proposte

Composizioni floreali necessarie e accessorie.

Sarà opportuno prima di tutto stilare una lista dei diversi addobbi floreali per un matrimonio primaverile, suddividendoli tra necessari e accessori.
Composizioni necessarie:
Bouquet della sposa (dal quale derivano in coordinato le bottoniere e i corsage)
– Addobbi delle locations, da distinguere tra addobbi per rito religioso e composizioni per rito civile; decorazione del locale che ospiterà il rinfresco (che comprende anche eventuali centrotavola, zona buffet, tavolo della confettata)
Composizioni accessorie:
– Addobbi floreali sull’auto degli sposi
– Decorazione del cestino o cuscino portafedi
– Petali liberi

 Come scegliere la corretta composizione floreale.

Individuare gli addobbi floreali perfetti significa prendere in considerazione tutto l’impianto del vostro matrimonio, dal momento che i fiori del matrimonio andranno a creare un insieme coerente con il resto dell’ambientazione. Dovrete perciò valutarne la scelta in base non solo ai vostri gusti personali, ma anche e soprattutto in riferimento al colore principale scelto, alla location specifica, al tono cromatico esatto dell’abito da sposa e, non da ultimo, alla data esatta delle nozze.

Stagionalità e scelta dei fiori perfetti.

Il periodo dell’anno in cui avete deciso di sposarvi sarà il punto di partenza da cui avviare la scelta definitiva dei fiori e delle composizioni.
In effetti oggi, grazie alle coltivazioni indoor e all’importazione, è possibile reperire quasi tutte le speci floreali esistenti in qualsiasi periodo dell’anno.

Addobbi floreali per un matrimonio primaverile
Scegliere l’orchidea rara o la peonia ricreata in una serra della campagna cinese, da un lato donerà al vostro matrimonio quel tocco di lusso in più, dall’altro prevederà certamente costi proibitivi.
In base alla data delle nozze, sarà consigliabile preferire fiori e piante di stagione, in modo da garantire massima durata, mantenimento e freschezza, disponibilità immediata e soprattutto costi nettamente inferiori.

Composizioni floreali in chiesa

Se avete deciso di sposarvi con rito religioso, dovrete valutare la tipologia di chiesa scelta, le sue caratteristiche architettoniche, le dimensioni, l’ingresso, l’illuminazione interna. Sposarsi nella Cattedrale principale di una grande città implicherà una scelta floreale importante, ricca, rigogliosa con preponderanza di fiori e piante di forte impatto visivo, come orchidee, magnolie, rose.

Scegliere invece di sposarsi in una piccola chiesetta di campagna prevederà addobbi floreali semplici, composizioni di margherite, gerbere, impreziosite da mazzi di nebbia per amplificarne il respiro. Tra un estremo e l’altro, tra addobbi sfarzosi, ricercati e di conseguenza molto costosi e addobbi dall’effetto (quasi) home made e comunque certamente di limitato impatto visivo, emozionale ed economico, una equilibrata soluzione intermedia è sempre possibile. In primavera
le tipologie di fiori disponibili ad un costo non eccessivo sono davvero infinite, come infinite le sfumature cromatiche a cui poter attingere. Composizioni di piccole rose bianche, oppure decorazioni con fiori di pesco, albicocco o ciliegio potranno raggiungere elevati livelli di eleganza e raffinatezza senza spese folli.

Addobbi floreali per un matrimonio primaverile

Tenete in considerazione, nel caso di un matrimonio in chiesa, anche il fatto che il luogo obbliga ad un rispetto profondo della sua sacralità, per cui la scelta floreale dovrà essere sobria, modesta, arricchire senza ingombrare, impreziosire senza occultare, né distogliere l’attenzione dal significato profondo del rito che si celebrerà. Sarà perciò sufficiente posizionare due composizioni di modeste dimensioni, una sull’altare maggiore, l’altra davanti al banco degli sposi e applicare ai banchi o appoggiare sulle sedute semplicissimi mazzolini di piccoli fiori in tinta. Per risparmiare potrete anche prevedere di contattare gli sposi che eventualmente si sposeranno nella vostra stessa chiesa nella medesima giornata, per verificare se siano disposti a condividere gli addobbi floreali con voi, andando di conseguenza a ridurre le spese.
Confrontate sempre le vostre scelte con l’opnione del referente ecclesiastico: alcune diocesi prevedono regole precise in fatto di decorazioni, ammettendo solamente determinate tipologie floreali, escludendo certi colori e toni, non accettando l’utilizzo di simboli pagani, quali nastri e lanterne.

Composizioni floreali per matrimonio civile.

Certamente sposarsi in comune o municipio rappresenta un forte risparmio economico dal punto di vista degli addobbi floreali. Prima di tutto quasi tutti i comuni prevedono ormai una dotazione standard che da sola potrebbe tranquillamente esservi sufficiente. Se invece desiderate personalizzare il vostro matrimonio, sarete liberi di aggiungere qualche piccolo dettaglio floreale, salvo aver preventivamente ottenuto l’autorizzazione comunale. Poche composizioni e la minor suggestione emotiva di cui gode il rito civile, vi faranno propendere per composizioni floreali eleganti e raffinate, realizzate con rose, fiori di magnolia, orchidee, calle, peonie.
Tenete presente, però, che probabilmente subito dopo di voi un’altra coppia sarà chiamata nella stessa sala a giurarsi amore eterno. La scelta delle vostre composizioni floreali dovrà tener conto di ciò: terminata la celebrazione sarà necessario poter radunare velocemente tutte gli addobbi floreali per eliminarle, oppure, più sapientemente, trasportarle nella location in cui si svolgerà il rinfresco, garantendovi un’unica soluzione per un duplice scopo con un importante risparmio economico.

Il bouquet della sposa.

Il protagonista floreale principale è certamente il bouquet della sposa che dovrà coordinarsi alla perfezione con l’outfit e l’ambientazione generale e dal quale verranno creati un certo numero di bottoniere e corsage. Il bouquet quindi dovrà intonarsi alla perfezione con la sposa, rappresentandola, arricchendola, incorniciandone elegantemente le mani.
Oggi per risparmiare alcune spose decidono di sostituire i tradizionali fiori del bouquet con frutta, verdura, piante verdi o rampicanti. Un’idea originale che oltre a non incontrare il favore di tutti, non è neppure utilizzabile da tutti.

Fiori per centrotavola e addobbi del ricevimento.

Se avete deciso di sposarvi in primavera sarà sufficiente scegliere una location immersa nel verde per poter godere di una composizione floreale naturale. Nella location del ricevimento, in effetti, andranno privilegiati i centrotavola e le decorazioni floreali sospese. Posizionare composizioni a terra significherebbe intralciare il movimento degli invitati e degli addetti del servizio catering. Tutto comunque andrà intonato al mood generale e al colore principale del vostro matrimonio.

© Riproduzione riservata