5 usi del tradizionale matrimonio Napoletano che non puoi perdere!

matrimonio tradizionale napoletano

La tradizione dei ricevimenti, in Italia, è molto sentita. Ogni regione ha le sue usanze di matrimonio tipiche e il matrimonio tradizionale napoletano non fa eccezione. Fedele alla sua cultura allegra, romantica, colorata e folkloristica, Napoli regala incantevoli suggestioni e divertenti maniere per valorizzare il matrimonio.

Matrimonio a Napoli: la location alternativa che può rendere indimenticabile il matrimonio napoletano

L’ultima tendenza della moda, per i novelli sposi napoletani, è quella di celebrare il rito delle nozze civili nella location delle rovine di Pompei. Un luogo di importanza archeologica e storica mondiale, una cornice tanto suggestiva quanto originale e particolare. Oggigiorno, sempre più coppie scelgono di scambiarsi i voti nuziali esulando dalle tradizioni del matrimonio italiano che lo vorrebbe rigorosamente in Chiesa, con l’abito bianco, davanti all’altare. I riti civili sono sempre più numerosi e, contestualmente, proliferano le idee alternative per non essere costretti alla fredda e asettica stanza di un Municipio. L’alternativa più romantica alle rovine di Pompei, la offre la fantastica costiera amalfitana, le cui spiagge sono il palcoscenico ideale per suggellare un amore eterno.

Le nostre proposte

La serenata: la più romantica tra le usanze matrimoniali di Napoli

Napoli: terra del bel canto, della poesia e del romanticismo. Non c’è da stupirsi che, particolarmente in questa città, la tradizione delle serenate non si sia mai spenta. Tutt’oggi, si usa che la sera prima della cerimonia, lo sposo si presenti sotto il balcone della futura moglie e intoni una canzone d’amore per lei. Come nei più bei film sentimentali e nei più dolci romanzi, magari accompagnato da qualche amico con la chitarra, per rendere tutta la situazione ancora più bella, allegra e conviviale. Naturalmente, secondo le più classiche tradizioni del matrimonio italiano, durante la notte prima dello sposalizio gli sposi non possono dormire insieme né stare nella stessa casa.

Le tradizioni del matrimonio di Napoli: cosa non deve mancare in un tipico matrimonio napoletano

Napoli è una città generosa, che ama l’abbondanza in ogni sua forma. I ricevimenti tipici del matrimonio tradizionale napoletano sono sontuosi, ricchi, con tanti invitati, tanto buon cibo e vino a fiumi. Durante i festeggiamenti di un matrimonio tradizionale napoletano non possono mancare la musica, l’allegria, i balli e il coinvolgimento di tutti. Sono feste colorate, sostenute dalla genuinità e dall’amore per il proprio territorio. I menù del matrimonio napoletano, infatti, valorizzano i prodotti locali, soprattutto per quanto riguarda i dolci, sempre scelti dalla selezione delle prelibatezze tipiche campane. Anche il repertorio musicale, scelto come colonna sonora dell’evento, per quanto moderno non fa mai mancare almeno uno o due pezzi storici della cultura musicale napoletana.

Il matrimonio napoletano: festa fino a tarda notte

Un’altra usanza molto tipica dei matrimoni del sud Italia in generale, e di quelli napoletani in particolare, è la durata dei festeggiamenti. Molti matrimoni napoletani, infatti, iniziano col pranzo nuziale nel primo pomeriggio e si protraggono fino a notte inoltrata, tra balli, musica, chiacchiere e divertimento. Per chi sceglie di festeggiare un matrimonio tradizionale napoletano di sera, le condizioni non cambiano e spesso la festa si conclude ammirando l’alba. In genere, chi si sposa a Napoli sceglie, come location per il banchetto nuziale, un ristorante che abbia una bella terrazza vista mare. Questo è un particolare molto importante, perché permette di poter scattare delle splendide fotografie sfruttando i colori inconfondibili e unici dei tramonti amalfitani, che da sempre fanno da sfondo a tutte le più belle cartoline del mondo. Inoltre, quando arriva sera, il panorama del Golfo del Napoli, illuminato dalle luci artificiali e baciato dall’argento della luna, è un’immagine che chiunque abbia visto una volta nella vita non si toglierà mai più né dagli occhi né dal cuore.

© Riproduzione riservata