5 fantastiche per conservare il bouquet dopo le nozze

conservare il bouquet dopo le nozze

Non si tratta solo di fiori, ma di un simbolo. Oltre a costare spesso moltissimo, a causa delle frequenti speculazioni da parte dei fioristi in occasione di un matrimonio, il bouquet di nozze accompagna la sposa fino all’altare, quasi come un porta fortuna, simbolo del passaggio dalla vita da single a quella matrimoniale, fatta d’amore e tanti progetti per il futuro. La tradizione vuole che venga lanciato, augurando così alla fortunata che riuscirà ad afferrarlo di sposarsi quanto prima. Coi tempi moderni, dove l’aspirazione massima di una donna non si limita più a quella di sposarsi presto e bene, questo tipo di augurio perde un po’ di intensità, lasciando spazio, quindi, alla possibilità di conservare il bouquet dopo le nozze, come ricordo di un giorno così speciale e unico. Cosa farne, allora, di questi fiori tanto preziosi? Ecco qualche idea per conservare il bouquet dopo le nozze.

1. Trasformarlo in un quadro

Una vera e propria opera d’arte, da appendere alle pareti della vostra camera da letto, magari accanto alla gigantografia delle vostre nozze. Vi basterà essiccare uno ad uno i fiori del vostro bouquet da sposa, inserendoli magari tra le pagine di un libro, e poi incorniciarli tutti insieme pronti da appendere al muro.

Le nostre proposte

2. Riciclarlo come potpourri

Dopo aver fatto essiccare il bouquet, potreste pensare di mischiare tutti insieme fiori e foglie, tritandoli grossolanamente, e realizzare sacchetti di potpourri, ideali da sistemare nei cassetti per profumare la biancheria ed attutire l’odore di chiuso tra un cambio di stagione e l’altro.

3. Stabilizzare i fiori del bouquet

Un sistema forse non troppo conosciuto è quello di stabilizzare i fiori, mantenendoli nel tempo (anche diversi anni, sebbene non per sempre) abbastanza simili all’aspetto originario. Basterà utilizzare dell’olio di glicerina, acquistabile in qualsiasi farmacia, e metterci a bagno i fiori prima che secchino. La glicerina risalirà lungo i gambi e si sostituirà alla loro linfa. In questo modo i fiori non seccheranno, anche se potrebbero perdere colore e vividezza. Potreste ovviare al problema dipingendoli con colori spray a lunga tenuta.

4. Dividerlo tra le invitate

Sebbene non si tratti di un sistema di conservazione del vostro bouquet, l’idea di dividere il proprio bouquet da sposa tra le amiche ed invitate al matrimonio vi farà senz’altro guadagnare popolarità. Invece del solito lancio, quindi, regalate un fiore a ciascuna invitata. Se sono troppe e i fiori pochi, scegliete le amiche più strette o solo le ragazze single.

5. Il bouquet alternativo

Avete mai pensato che il vostro bouquet potrebbe essere fatto anche di fiori “finti”? Non parliamo certo di squallidi fiori di plastica, ma di fantastiche riproduzioni creative, realizzare con i materiali più impensabili. Si va dai fiori di cotone realizzati ad uncinetto, a quelli di carta con sofisticate tecniche origami. Le idee, specie sul web, non mancano e con un bouquet del genere non avrete problemi di conservazione, ma potrà diventare un bellissimo ornamento della vostra nuova casa, da conservare per tutta la vita… o finché duri il matrimonio!

© Riproduzione riservata