Matrimonio autunnale al risparmio, ecco come

Matrimonio autunnale
Matrimonio in autunno.

Sposarsi in autunno: organizzare un matrimonio spendendo poco

Il clima come alleato di un matrimonio economico

Se avete deciso di sposarvi in autunno, siete già sulla buona strada del risparmio.

I mesi più gettonati, e quindi quelli più costosi, infatti, continuano ad essere quelli primaverili e ancor di più quelli estivi.

Le nostre proposte

Optare per un matrimonio col fresco è una scelta coraggiosa, ma con i giusti accorgimenti non ci saranno sorprese e il vostro matrimonio si svolgerà alla grande.

Non è da sottovalutare, infatti, il vantaggio dell’aria fresca, che vi aiuterà anche a sentirvi più a vostro agio in un abito impegnativo come quello da sposa.

Lo stesso discorso sarà valido per lo sposo, che si trova a dover indossare camicia, giacca e cravatta (e talvolta anche il gilè!) e per tutti i vostri invitati, che potranno tirare un sospiro di sollievo al pensiero di non dover sudare per tutta la durata delle nozze.

Il problema freddo, invece, è completamente superato, considerando le tantissime location super riscaldate che ripropongono climi a volte fin troppo tropicali.

L’unica rinuncia che potreste dover fare è quella di sposarvi all’aperto, visto il rischio pioggia e l’aria frizzantina.

Non è detto, però, che debba essere una rinuncia totale, poiché, se il tempo lo permette, parte del vostro banchetto, come ad esempio l’aperitivo o il buffet di antipasti, potrebbe svolgersi all’aperto, purché non duri troppo. Ma andiamo per ordine, perché la location sarà il primo passo per l’organizzazione.

La giusta location per un matrimonio originale ed economico

Considerando la stagione autunnale, con i suoi colori caldi e un po’ malinconici, sarà bene sfruttare queste caratteristiche a favore dell’atmosfera e del romanticismo.

La location giusta per un matrimonio autunnale si colloca tra la vegetazione, in ville, giardini o anche agriturismi. Ma quanto costa organizzare un matrimonio economico? Con le scelte giuste, poco, molto poco.

Se, ad esempio, avete a disposizione un vecchio casale, una casa in campagna di una cara zia che vi adora o qualcosa di simile, potreste riuscire ad ottenere la location quasi gratis.

Certo, ci sarà da spendere un po’ sull’allestimento e sul catering, ma avrete già risparmiato moltissimo sul fitto della sala, e anche per quanto riguarda il resto, soluzioni economiche, ma di grande effetto non mancano, basta avere un po’ di fantasia e tanti amici pronti ad aiutarvi.

Nel caso in cui non disponeste di una sala ad uso gratuito, potreste ripiegare sugli agriturismi, decisamente molto più a buon mercato di ristoranti e ville prestigiose.

Il tema che vi consigliamo, in questi casi, sarà, preferibilmente, quello rustico e un po’ country.

Gli agriturismi, inoltre, sono spesso rinomati per l’ottima cucina tipica, utilizzando per la preparazione prodotti coltivati direttamente, sani e biologici, e molto più economici visto il passaggio diretto da produttore a consumatore.

Via libera, quindi, ad antipasti a base di verdure di ogni specie, e potreste persino pensare di richiedere qualche piatto vegetariano o vegano, che oggi fa molto chic e incontra il gusto di parecchi palati raffinati.

Per quanto riguarda le decorazioni, invece, rafia, paglia e tanti fiori di stagione (anche in autunno fiori e vegetazione sempreverde non mancano affatto!) aiuteranno a creare quel tocco di romanticismo adatto al luogo.

Se optate per l’organizzazione fai da te, avere tanti amici pronti ad aiutarvi vi farà risparmiare tempo e denaro, oltre a creare momenti piacevoli di compagnia prima delle nozze.

Un buffet da favola per spendere poco

Un altro sistema per tirare un po’ sui costi, che in un matrimonio sono sempre pronti a lievitare in un batter d’occhio, è quello di optare per un grande buffet.

C’è a chi non piace l’idea di servire tutto interamente in stile self service, specie per evitare la calca di invitati affamati e scalpitanti, in particolar modo se sono tanti.

In questo caso, quindi, potreste decidere di proporre le portate principali del vostro economico menù di nozze con una “mise en place” singola, mentre antipasti e dolci serviti a buffet, in grado di dare anche una buona impressione di abbondanza.

Oppure, potreste optare per la creazione di tanti angoli diversi in cui degustare prodotti tipici, con self service o grazie all’aiuto di un solo cameriere per punto.

Sarà divertente, per i vostri ospiti, saltellare da una parte all’altra per assaggiare tanti piatti gustosi, scegliendo i preferiti ed evitando così il sovraffollamento.

Servire alcune portate direttamente al centro di ogni tavolo, invece, potrebbe aiutarvi a risparmiare sia sulle quantità che sul numero di camerieri, allontanando allo stesso tempo l’impressione di un servizio a buffet.

Se deciderete, invece, di abolire completamente il servizio al tavolo, assicuratevi però di mettere a disposizione dei vostri invitati dei tavoli su cui poggiarsi e abbastanza sedie su cui sedersi.

Se lo spazio è ristretto (ed anche il budget), tavolacci rustici e panche potrebbero fare al caso vostro, rimanendo completamente in tema e senza snaturare la location.

Se poi sceglierete di sposarvi al crepuscolo, vi assicurerete che il banchetto duri molto meno, e quindi anche il numero di portate potrà diminuire notevolmente.

Idee low cost per sposarsi in autunno

Un matrimonio, per quanto super economico, prevede di curare tanti altri piccoli aspetti che rischierebbero di portarvi in bancarotta ancor prima di convolare a nozze.

Parliamo delle partecipazioni, delle bomboniere e dell’intrattenimento. Per quanto riguarda quest’ultimo aspetto, in particolare, se siete amanti della musica folkloristica, via libera a canti e balli in stile western, grazie all’ingaggio di gruppi popolari del luogo, bravi ed economici, per un matrimonio divertente e non troppo impegnativo.

Richiedete sempre un CD musicale o un video in cui si mostrino gli artisti all’opera, per evitare brutte sorprese: risparmiare sì, ma che non diventi un disastro!

Se la musica per ballare non è la vostra prima scelta, altri tipi di intrattenimento potrebbero fare al caso vostro: giochi di squadra, karaoke e sorteggi a premi, da organizzare da soli o magari con l’aiuto di qualche amico volenteroso.

Prodotti tipici da sorteggiare in una sorta di lotteria a premi potrebbe rivelarsi una divertente iniziativa, magari ponendola sotto forma di “tombola della fortuna” che intrattenga in maniera divertente a costo zero.

Per le partecipazioni, date sfogo alla vostra fantasia stampando da soli i vostri inviti, grazie anche all’aiuto del web che vi fornirà gratuitamente spunti e pattern pronti da scaricare e personalizzare.

E per le bomboniere?

Lo stile rustico, anche in questo caso, potrà tornarvi utile per risparmiare e rimanere in tema con la location, optando per centrini riciclati (acquistabili a pochi centesimi dei mercatini vintage!) da riempire di confetti mille-gusti e chiusi con semplici nastrini e fiori di lavanda.

Potreste, in alternativa, rivolgervi a produttori locali di miele (in campagna non sono rari!) e farvi fornire dell’ottimo nettare da racchiudere in piccole bottiglie da decorare con gros grain e un bigliettino scritto a mano: un’idea originale ed economica che sarà anche molto apprezzata dai vostri invitati.

Il bouquet e l’abito

Se tutto è ormai definito per le nozze e siete riusciti a rientrare nel vostro budget limitato risparmiando qua e là, fate attenzione a non vanificare tutti gli sforzi facendovi “spennare” in boutique costose per l’acquisto dell’abito dei sogni.

È giusto sentirsi delle principesse nel giorno delle proprie nozze, un giorno tanto atteso a cui molte pensano fin da bambine, ma ricorrendo a qualche trucchetto e giocando d’astuzia, riuscirete ad ottenere ciò che volete senza spendere una fortuna.

Il bouquet

Innanzitutto, per il vostro bouquet da sposa (e magari per quello delle vostre damigelle), scegliete solo fiori di stagione: costano meno e si manterranno più a lungo.

Evitate i fiori costosi e preferite quelli più economici, girasoli e margherite in primis; ricorrete tranquillamente ad idee originali che inseriscono nel vostro mazzolino foglie, bacche e persino melograni, per tocchi di vivacità e grande romanticismo.

E per l’abito?

Premesso che se deciderete di sposarvi in campagna l’abito da principessa con gonna a palloncino e velo chilometrico sono del tutto fuori luogo (oltre che davvero molto costosi!), optate invece per abiti dalla linea semplice, meglio se nei toni avorio o cipria, decisamente più caldi ed adatti all’autunno rispetto al bianco ottico.

I materiali e la lavorazione faranno la differenza in termini di prezzo, quindi occhio a quelli eccessivamente ricchi di pietre e ricami. Se poi decideste di abolire completamente il velo, sarebbe un gran risparmio e vi permetterebbe di giocare molto di più con l’acconciatura.

Se poi vostra mamma o vostra nonna vi proponessero di indossare il loro abito nuziale, non storcete subito il naso.

Con i dovuti aggiusti da parte di una sarta esperta, potreste ottenere un abito perfetto, dal tocco un po’ vintage, a costo quasi nullo e commuovere immensamente tutti i vostri invitati.

Attente alle scarpe: se vi sposate in campagna, assolutamente no ai tacchi a spillo, ma potreste addirittura indossare un paio di stivaletti da cowgirl, con notevole risparmio di denaro e gran sollievo per i piedi!

© Riproduzione riservata