Come fare un pacco regalo: quattro consigli per non sbagliare

Fare un regalo a qualcuno è talvolta frustrante se non si hanno abbastanza idee, ma nel contempo può essere una soddisfazione.

A tal proposito mi cimento a guidarvi nella preparazione di un pacco regalo dalla A alla Z.

Le nostre proposte

Scegliere abbastanza carta regalo e nastro

Con questa frase voglio dirvi che non potete entrare in un negozio e scegliere la prima cosa bella che vi si presenta davanti. Dunque dovrete sgobbare un po’ per i diversi store di modo da avere un confronto con differenti articoli. Ovviamente se avete il vostro fornitore di carta da regalo e nastro, il discorso cambia. Abbiate una visione ampia dei prodotti, scegliete in base alle preferenze delle persone a cui regalate e avvolgete il tutto con un fiocco, così il pacco regalo sarà perfetto.

Come chiudere un pacco regalo

Chiudere un pacchetto può essere considerata una sciocchezza, ma non è così. Non riempite di scotch il vostro pacchetto. Se avete la fortuna di contare su una forma rettangolare (scatole dei telefonini, delle scarpe, trousse, ecc) potete chiuderlo seguendo i contorni e applicare della colla nel bordo interno. Se invece potete contare su altre forme potete seguirmi nei prossimi paragrafi.

Pacchetto a caramella

So che state pensando tutti agli incartamenti a caramella che racchiudono ogni sorta di dolcetto, beh se quello è il vostro regalo andrà benissimo. Il pacchetto a caramella può essere sfruttato anche nel caso in cui si stia donano una sciarpa, un foulard o un maglione, arrottolato a salame può essere chiuso perfettamente con questo metodo. Sarebbe meglio aggiungere dei fiocchetti alle estremità, di nastro o di stoffa ma sottili, giusto per dare un tocco di classe.

Pacchetto a sacchetto

C’è il pacchetto a sacchetto che potrebbe essere l’ideale per i piccoli, tanto da richiamare la figura di Babbo Natale e il suo modo distribuire i doni. Si potrebbe inserire all’interno un peluche o una copertina in plaid. Ma anche per gli adulti è un valido confezionamento, nel caso ad esempio di un dolce e un vino tipico di un luogo.  C’è il pacchetto a sacchetto sia di stoffa come questi ultimi citati, che quello di carta. Per quelli di carta lo consiglio di utilizzare per materiali leggeri, ad esempio un libro, una collezione di tea o dei gioielli. Ovviamente le dimensioni saranno calcolate in base al contenuto, i negozi più forniti avranno tutto ciò che vi occorre e sapranno accontentare tutte le vostre esigenze basta solo avere costanza e pazienza.

Dunque armatevi di meticolosità nella scelta dell’incartamento. Non prendete le cose nei momenti in cui siete di corsa, nemmeno sotto la pioggia, si sa che la carta assorbe. A parte gli scherzi, carta e nastro sono un must di pacchi e non possono essere sottovalutati, chi riceve vuole essere coccolato già al primo impatto.

Ma se invece il solo pensiero di incartare vi ha già stancato, non preoccupatevi: per i commessi dei negozi non ci sarà nessun problema, purché glielo facciate presente al momento del pagamento del regalo stesso. Tutto ciò però toglierà a voi tutto il divertimento!

© Riproduzione riservata