Preparazione alla cresima dei ragazzi: informazioni utili

preparazione alla cresima

La preparazione alla cresima dei nostri ragazzi è senza dubbio un momento molto importante. Ecco alcune informazioni utili per sapersi destreggiare. Come scegliere la parrocchia? Quanti incontri sono necessari? Quali documenti servono? Vediamo di rispondere a questi interrogativi.

Preparazione alla cresima

Chiamata anche Confermazione, la cresima è un momento molto importante per la vita cristiana di ognuno di noi. E’ indispensabile, infatti, per poter contrarre matrimonio in Chiesa, come noto. Come viene scelta la parrocchia? In genere, specialmente se si tratta di ragazzi, coloro che hanno già ricevuto la Prima Comunione continueranno il loro percorso di catechismo, che poter poi a ricevere il dono della cresima. Rimandare troppo la cresima non è una scelta matura dal punto di vista cristiano: meglio, quindi, riceverla durante l’adolescenza. Generalmente, questa avviene nella parrocchia in cui abbiamo ricevuto il battesimo e la Prima Comunione ma, tramite specifiche disposizioni, è possibile anche scegliere un’altra parrocchia.

Le nostre proposte

Preparazione alla cresima per ragazzi

Non esiste un numero di incontri fissato per poter fare la cresima. Da bambini, è sufficiente continuare le lezioni di Catechismo, al fine di avere una corretta preparazione di base che vi porterà poi ad essere pronti a ricevere il sacro Crisma. Per gli adulti, invece, la situazione è molto differente. E’ sufficiente rivolgervi, ad esempio, al proprio parroco. Se non è lui a tenere gli incontri di cresima, vi dirà sicuramente il nome di colui che svolge questo tipo di incontri e vi indirizzerà, quindi, da lui. In genere, questi si svolgono nei giorni infrasettimanali, una volta a settimana e, spesso, poiché i destinatari sono adulti che spesso lavorano, il tutto avviene in orari serali. All’incirca, il corso serale dura dalle 10 alle 15 lezioni, quindi si tratta di un periodo di tempo che dura all’incirca tre mesi.

Durante questi mesi, si andrà a compiere un cammino di fede alla scoperta di Gesù e cercheremo, quindi di conoscere il vero e proprio significato della cresima.  In genere, questi incontri non prevedono mai la presenza di moltissime persone: avvengono, all’incirca, a gruppetti di dieci persone. Il parroco chiederà ad ognuno di voi, specialmente le prime volte, la motivazione per cui avete intenzione di fare la cresima. Per partecipare al corso, non è necessario conoscere a memoria passi del Vangelo o cose del genere. E’ sufficiente conoscere le preghiere più famose, da recitare in genere tutti assieme all’inizio o alla fine di tutti gli incontri. Spesso, i corsi verteranno su riflessioni che vengono fatte circa qualche versetto del Vangelo.

Documenti necessari

Diamo un’occhiata, adesso, ai tipi di documenti che servono per poter fare la Cresima. Ecco un po’ di parte burocratica che senza dubbio vi sarà utile. Per richiedere il sacramento, abbiamo visto che è sufficiente passare dalla parrocchia in questione per chiedere tutte le informazioni utili. Dovremo, inoltre, scegliere con cura un padrino o una madrina. E’ preferibile scegliere un padrino per il maschio e una madrina per la donna, ma ciò non è affatto obbligatorio. Questa persona designata deve avere già ricevuto la Cresima e deve aver compiuto almeno i 16 anni di età. Non è necessario, invece, che sia lo stesso del battesimo.

Madrina cresima

Si preferisce, inoltre, che queste persone possano dare un esempio di vita cristiana. Per questo motivo, in genere non vengono ammesse persone conviventi, sposate solo in modo civile, persone divorziate e poi risposate. Deve essere cattolico e non deve aderire a movimenti contrari alla Chiesa. Per quanto riguarda i documenti, per coloro che continuano il loro percorso dopo battesimo e Prima Comunione è necessario solo l’attestato di idoneità del padrino o della madrina rilasciato dal Parroco in cui queste persone abitano. Nel caso in cui, invece, si tratti di una persona che vuole fare la cresima in un posto differente, ci vuole la presentazione del certificato di battesimo e di Prima Comunione. Ricordiamo, infatti, che senza questi due sacramenti, non è possibile ricevere il dono della Cresima o Confermazione.

A differenza dell’Eucarestia, la cresima si riceve una volta sola e riguarda un segno tangibile del sigillo dello Spirito Santo. Cos’è, infatti, ciò che viene dato ai cresimandi in occasione della cresima? E’ il Sacro Crisma. Si tratta di olio assieme ad un tipo di balsamo che ogni anno il Vescovo consacra nella Messa che si tiene in occasione del Giovedì Santo, assieme alla consacrazione dell’olio per i catecumeni e quello per i malati, per l’Estrema Unzione.

Cresima significato

La parola Crisma, infatti, deriva dal greco e significa unguento. Da tale parola deriva poi il termine Cristo. L’altro termine utilizzato per indicare il sacramento della Cresima è “confermazione”. In questo senso, la confermazione è un rafforzamento della fede, nonché una sua conferma. L’età, infatti, è più adulta rispetto a quella dei bambini: in questo periodo, il ragazzo (o, meglio ancora l’adulto) sapranno già qualcosa circa la loro fede e potranno, quindi, rafforzarla ulteriormente, attraverso questo nuovo dono sacro.

A consacrare la Cresima non vi sarà un semplice parroco, bensì il Vescovo, come noto. Nei tempi più antichi e, più specificatamente, prima della riforma liturgica avvenuta con il Concilio Vaticano II, il cresimato doveva portare sulla fronte, dopo l’unzione, una banda di lino bianco, che poi veniva anche conservata dallo stesso. In alcuni casi, era sostituito da una banda da portare attorno al braccio.

Questo tutto ciò che è necessario sapere circa la cresima, riferito alla parte burocratica (con tanto di documenti vari per poter partecipare al rito) e come fare a richiederla al parroco. Chiedere informazioni al vostro parroco è necessario ed essenziale: sarà lui, infatti, che vi dirà tutto il necessario per potervi preparare con successo a quel giorno, vi dirà la durata degli incontri per prepararsi alla cresima e vi darà, inoltre, indicazioni circa il giorno in cui la funzione avverrà. Ovviamente, il tutto vi sarà detto con grande anticipo, allo scopo di potervi organizzare al meglio. A questo punto, siete tranquillamente pronti per ricevere il dono della Cresima, sacramento essenziale del Cristianesimo, considerato uno dei più importanti.

© Riproduzione riservata