Menù per la Cresima: cosa bere durante il rinfresco

Menù per la Cresima

Ogni rinfresco che si rispetti ha delle ottime bevande per accompagnare i deliziosi manicaretti che avete scelto. Il menù per la Cresima del vostro piccolo non potrà certo essere da meno. Avete già pensato a colorati succhi e qualche bibita per gli invitati più piccoli, ma non sapete cosa offrire a quelli più grandi? Ecco delle idee che sapranno ispirarvi.

Idee menù per la cresima

Seguite i nostri preziosi consigli per scegliere in maniera ottimale cosa bere durante le varie fasi del rinfresco per la Cresima del vostro piccolo.

Le nostre proposte

Bollicine per cominciare

Le bollicine saranno perfette per arricchire i primi momenti che precedono il menù per la cresima. Possono essere quindi offerte durante il momento dell’aperitivo. Accompagnate questi primi assaggi con dei salatini o delle piccole tartine spalate con paté di oliva o, perché no, anche bruschette con pomodorini freschi, olive all’ascolana e bocconcini di verdure pastellate e fritte. Vediamo quali sono le migliori bottiglie frizzanti da aperitivo. Senza dubbio i vini spumanti, freschi e leggeri, sono ottimi per aprire la cena. Scegliete tra l’intramontabile Prosecco o un elegante Franciacorta.

Gli amanti dei vini bianchi avranno davvero l’imbarazzo della scelta. Dato che, come detto, per il momento dell’aperitivo, è meglio prediligere bottiglie fresche, fruttate e leggere orientatevi su bottiglie di Chardonnay, Gewürztraminer e Muller-Thurgau. Tra i vini del sud Italia invece potrete trovare la Falanghina o il Greco di Tufo.

Se alle bocine bianche volete abbinare qualcos’altro? Potrete scegliere un classico dell’aperitivo: il vino rosé. Servitelo fresco e si sposerà alla perfezione con i vostri stuzzichini.

Vini pregiati

Per accompagnare il vero menù della cresima, che sia un pranzo o una cena, la scelta del vino dipenderà da ciò che verrà servito in tavola. A seconda degli ingredienti di base del piatto la scelta ricadrà su una bottiglia piuttosto che un’altra. Vediamo insieme le combinazioni più consigliate.

Nel caso presentiate un menù per la Cresima a base di pesce, via libera alle bottiglie di vino bianco. Per i primi piatti come tagliolinialle vongole, il classico risotto allo scoglio, ma anche le penne al salmone scegliete un Vermentino di Galura o un Sauvignong dell’Alto Adige Ma anche un delizioso Verdicchio dei castelli di Jesi, un bianco di Terracina o un Fiano di Avellino. Per il momento in cui viene servito il secondo come filetti di pesce o preparazioni più elaborate, invece, portate in tavola una bottiglia di Trebbiano d’Abruzzo, un Pinot grigio oppure una di oave Classico. Se il secondo piatto sarà accompagnato da una salsa o un contorno dal sapore particolarmente forte e aromatico potete optare anche per un rosè. Scegliete per esempio un Castel del Monte o un Cannonau di Sardegna rosato.

Nel caso in cui invece il vostro menù sia formato da piatti della tradizione a base di carne e formaggi, dovrete optare per corposi vini rossi. Vediamo alcune bottiglie tra cui poter scegliere:

  • Il Barolo è uno dei più rinomati vini del nostro paese. É perfetto con gli arrosti, i brasati e anche la carne di ciagione. Può anche essere sfumato in penatola durante la cottura di ottimi piatti
  • Un bicchiere di Montepulciano d’Abruzzo sarà invece ottimo per accompagnare i bolliti, ma anche la carne cotta alla brace e per esaltare il particolare sapore dell’agnello.
  • Il Barbera sarà invece la vostra soluzione se avete l’esigenza di accompare piatti di affettati. Ma è perfetto anche per preparazioni della tradizione italiana come lo zampone o il cotechino.

Per il fine pasto, e quindi per accompagnare il dolce che avete preparato, le possibilità sono davvero tante. Per i dolci al cucchiaio come gelati, semifreddi o budini, scegliete il Moscato o un Florio di Zibibbo. Se il protagonista del vostro momento dolce sarà un dolce lievitato come una rta a base di pan di spagna, optate per vini spumanti non troppo dolci ma dal profumo intenso come il Recioto di Gambellara. Il discorso cambia se gli invitati gusteranno un dolce non lievitato come biscotti, pasta frolla, pasta sfoglia o pasta di mandorle. Una torta farcita con frutta fresca sarà l’abbinamento perfetto di una bottiglia di Brachetto. Se invece la vostra preparazione è farcita con una morbida crema servite nei bicchieri un Moscato. Per i dolci a base di cioccolato scegliete un vino passito liquoroso e dal tono caldo.

Vino spumante

Il vostro bimbo è il grande protagonista del menù per la cresima e merita senza dubbio un brindisi. Per farlo, magari davanti a una golosa torta, non c’è niente di meglio che un buon vino spumante. Optate per una bottiglia leggera e frizzante come un Franciacorta Millesimato, l’Abate nero extra dry o un Oltrepò Pavese. Se volete un’etichetta non italiana, non vi resta che scegliere un ottimo champagne francese come il Cristal, il famoso Dom Perignon o lo Champagne Mumm. Le preziose bollicine di questi vini vi accompagneranno nel vostro momento di festa. Per arricchire il brindisi preparate e dedicate una frase al piccolo protagonista delle festa. Una parola che venga dal profondo del vostro cuore e che sia per lui un attimo di emozione. Donategli un augurio che lo accompagni durante il cammino che ha intrapreso nella comunità cristiana.

Liquori e digestivi

Se alla fine del menù per la Cresima di vostro figlio, i vostri invitati si sentono appesantiti da tutte le leccornie che avete proposto, offrite uno più digestivi. Vediamo insieme con quali liquori concludere alla perfezione il pasto. Non può mancare il liquore italiano più famoso e imitato al mondo: il Limoncello. Amato e apprezzato da tutti, con il suo aroma agrumato sarà perfetto come fine pasto. In alternativa potete servire dei bicchierini di Fernet Branca. Questo amaro di produzione italiana nasce dall’infusione di erbe e spezie e la loro macerazione in alcool. Noto per le sue proprietà digestive, sarà apprezzato da tutti gli invitati.

Un altro liquore della nostra tradizione che potrete servire al tavolo come digestivo è il nocino. Se avete la possibilità, potete offrire ai vostri cari anche un amaro fatto in casa con le vostre mani: provate a produrre il vostro liquore al mirto dal caratteristico colore violaceo oppure il digestivo a base di zenzero che piacerà senza dubbio agli amanti dei sapori un po’ speziati e piccanti. Per soddisfare anche i palati più golosi servite invece un denso liquore al caffè o il cremoso Bayles.

Ora che avete scoperto le etichette adatte ad ogni momento del vostro rinfresco, non vi resta che scegliere quelle che più preferite. Ricordate di servire il vino alla temperatura più adatta e in calici appositi. Inoltre, come detto, ricordate che state organizzando la festa per la Cresima di vostro figlio: accertatevi che anche lui e i suoi amichetti abbiano a disposizione qualche bevanda dissetante adatta alla loro età.

© Riproduzione riservata