Madrina della cresima: chi, come e quando scegliere?

Come scegliere la madrina della cresima? Chi dovrebbe essere e quando scegliere? Il compito non è tra i più facili. A chi affidare ciò?

Per la chiesa cristiana, quello della madrina o del padrino è un compito molto importante. La scelta, quindi, non può essere casuale e dettata dalla fretta.

Le nostre proposte

Cosa significa essere madrina di cresima?

Cerchiamo, intanto, di capire che cosa significa essere madrina di cresima. Dovrà essere un modello con la quale la cresimata si andrà a rapportare per ottenere un supporto spirituale. Si sceglie una madrina per avere un esempio di fede. In realtà, oggi si è un po’ perso il vero significato di questa figura: la madrina spesso viene scelta tra le cerchie della famiglia o delle amicizie: la figura ha un ruolo leggermente più formale rispetto ad un tempo. È vietato avere due madrine, intanto, o due padrini: si può avere solo una persona dello stesso sesso, secondo le regole ed i vincoli imposti dalla chiesa cattolica. Teoricamente, nulla vieta che si possa avere un padrino e una madrina assieme, ma sarebbe meglio avvalersi di una sola persona in questa sede.

Quali sono i compiti della madrina di cresima?

Il giorno della cerimonia, sarà compito della madrina recarsi all’altare assieme alla cresimanda, dove ad attenderla vi sarà il vescovo o un sacerdote che lo sostituisce. In genere, questa persona si presenta con la mano sulla spalla della ragazza o donna che deve ottenere il sacramento. Dovrà, inoltre, dire il nome della persona in questione ed attenderla la formula pronunciata dal vescovo. Come vedete, il compito in sede di cerimonia è molto semplice da svolgere e non c’è bisogno di essere profonde conoscitrici dei meccanismi della chiesa cattolica per poterlo svolgere.

Come scegliere la madrina di cresima?

Cerchiamo adesso di capire come scegliere la madrina di cresima. Innanzitutto, questa persona dovrà aver compiuto i 16 anni di età per poter svolgere tale ruolo. Deve, inoltre, essere già cresimata e questo implica, quindi, che abbia già ricevuto battesimo e Prima Comunione. Infine, non deve essere una persona che aderisce a dei movimenti contrari alla Chiesa Cattolica. Per il resto, non esistono altri particolari requisiti nella scelta della madrina di cresima. Avrete voi la possibilità di scegliere nella vostra cerchia di amici o parenti: una zia, una cugina, un’amica molto stretta. Non è obbligatorio che la figura di madrina in sede di cresima sia la stessa che vi ha accompagnato al battesimo, anche se in alcuni casi è preferibile che sia così.

Questo tutto ciò che dobbiamo sapere se vogliamo scegliere una perfetta madrina per la cresima. Come abbiamo visto, il compito di questa persona è molto importante: non dobbiamo, quindi, scegliere in modo casuale e frettoloso. Cerchiamo di valutare attentamente prima di scegliere la persona che dovrà accompagnare noi o una persona cara.

© Riproduzione riservata