Confetti per la comunione: indicazioni su colori, forme e sapori

Confetti per la comunione

Come scegliere i confetti per la Comunione adatti per il vostro particolare e indimenticabile ricevimento? Basta tenere in considerazione quattro aspetti: la tipologia, il gusto, le intolleranze degli ospiti e ovviamente il colore.

Quali e quanti gusti?

Scegliere i confetti per la comunione spesso richiede molto impegno e particolare dedizione. Probabilmente perché la Comunione è un tipo di celebrazione che permette gli azzardi, la novità e la diversità. Solitamente per le cerimonie quali battesimi e matrimoni, si preferisce in molti casi rispettare la tradizione o comunque andare in contro alle aspettative classiche. La comunione, invece, rappresenta quel classico evento di mezzo, dove la libertà di scelta emerge più viva e presente.

Le nostre proposte

I gusti della bomboniera per la comunione

Per quanto riguarda i gusti dei confetti, le possibilità tra cui scegliere risultano essere veramente tantissime. La alternative in merito a quanti gusti utilizzare nella bomboniera per la Comunione è piuttosto variabile, infatti cambia a seconda di ciò che più si preferisce.

La classicità spesso predilige i confetti alle mandorle, che naturalmente differiscono tra loro per tipologia di mandorla e qualità. Quelle scelte maggiormente però solitamente sono quelle Californiane, la mandorla Avola oppure le mandorle spagnole.

Nel caso della Comunione però spesso, per rendere più contenti i palati giovani, si sceglie di acquistare i confetti con all’interno il cioccolato. L’importante è assicurarsi che si tratti di cioccolato puro senza grassi vegetali aggiunti e considerare la provenienza degli ingredienti, poiché provenienza è sicuramente sinonimo di qualità.

Ultimamente sono stati creati anche i confetti aromatizzati, i quali solitamente sono costituiti da una mandorla tostata al loro interno ricoperta da uno strato di cioccolato aromatizzato e poi dallo zucchero. Gli aromi tra cui scegliere sono molti: alla frutta, all’amaretto, alla vaniglia. Se volete osare, sappiate che esistono anche aromi al sapore di alcuni liquori o addirittura allo zenzero. Per rispettare la tradizione, però, la scelta più adatta potrebbe essere i classici confetti alle mandorle, con l’alternativa dei confetti al cioccolato per i più piccoli.

Quanti confetti in ogni bomboniera per la cresima?

Solitamente il numero di confetti previsto per ogni bomboniera predilige la scelta di un numero dispari. Nella maggior parte dei casi il numero più scelto per la quantità di confetti da posizionare in ogni bomboniera è il numero cinque. Il cinque rappresenta appunto la quantità perfetta per non appesantire eccessivamente la bomboniera, ma regalare ugualmente in abbondanza il piacere dei confetti.

Ultimamente però l’usanza sembra essersi spostata sulla volontà di inserire molti confetti all’interno delle bomboniere, nella speranza di rilasciare ai propri ospiti un ricordo più piacevole della propria cerimonia.

Nel caso della Confermazione, si potrebbe andare a mettere addirittura sette confetti per la Comunione, dato che metterne tre sarebbe eccessivamente minimale, il numero sette può rappresentare una valida alternativa per soddisfare a pieno la voglia di una bomboniera ricca.

 

Confetti per la Comunione, quali colori?

I colori tra cui poter scegliere per selezionare le tinte adatte per una cerimonia di prima comunione possono essere davvero molte.

Nel caso in cui si opti per una cerimonia classica e tradizionale, il colore tradizionale per i confetti per la Comunione è sicuramente il bianco, il quale è il simbolo tipico di purezza. Si può anche scegliere di selezionare una tipologia di tinta per un tema comune con tutta la cerimonia. Nel caso del tema autunnale la scelta cromatica potrebbe ricadere sul beige, sui marroni, sugli arancio o sui gialli; mischiati insieme in grandi vasi di vetro in modo tale da far risaltare i diversi colori.

Un altro tema ricorrente nelle comunioni potrebbe essere per esempio la natura, per cui si potrebbero prediligere dei toni di confetti sui verdi, oppure anche sulle tonalità di pastello chiaro, per dare l’idea di un’armonia generale che governi il tavolo della confettata.

Alcune mamme non riescono, però, a rinunciare al colore rosa nel caso delle femminucce e all’azzurro nel caso dei maschietti, qualora la scelta ricada sulle diverse gamme di rosa o appunto azzurro, questi potrebbero essere mescolati a diversi confetti bianchi.

Ultimamente un altro colore azzardato per i confetti della comunione è il giallo: infatti si tratta di una tonalità allegra, neutra ed indipendente dal sesso del festeggiato. Per questo il giallo risulta essere una perfetta alternativa per colpire gli ospiti con un colore allegro e vivace e allo stesso tempo essere particolari nella decisione presa.

Scegliere i confetti per la comunione è un’impresa abbastanza divertente, specialmente per l’occasione di una cerimonia di questo genere. Risulta piacevole sceglierli perché si tratta della celebrazione per cui esistono meno regole scritte di tradizione per qualunque tipo di scelta in merito.

Attenzione alle intolleranze

Per la scelta dei confetti per la Comunione un altro fattore importante da tenere in considerazione sono le possibili intolleranze che gli invitati potrebbero avere nei confronti di determinate scelte.

I confetti infatti molto spesso rappresentano un problema per alcuni ospiti, creando così il dispiacere di privare i propri invitati di un piccolo dolce piacere. Uno dei primi passi per non incorrere in spiacevoli inconvenienti in qualsiasi caso è accertarsi della provenienza dei confetti, della loro composizione e della qualità dei prodotti con cui sono stati realizzati.

La celiachia, ad esempio, è una delle intolleranze più diffuse. A questo proposito, infatti, sono stati realizzati dei confetti appositamente senza glutine, che richiamano incredibilmente quasi allo stesso modo il sapore del confetto originale.

Sono stati realizzati, infatti, anche i confetti per la Comunione privi di lattosio ottimi non solo per le intolleranze ma anche nel caso vi fossero ospiti vegani, i quali potrebbero apprezzare la scelta di un prodotto ugualmente buono per tutti e che allo stesso tempo rispetti le proprie convinzioni.

Si può dire, quindi, che le strategie di difesa in ambito delle intolleranze ultimamente sono migliorate notevolmente per permettere di soddisfare il palato di tutti gli invitati, riponendo la propria attenzione nei confronti di tutti e facendoli sentire speciale.

Organizzare il ricevimento della cerimonia per la prima comunione può diventare proprio l’occasione perfetta per dare sfogo alla propria creatività e fantasia. Ciò che rende il ricevimento perfetto, quindi, è proprio la voglia di mettersi in gioco e di dare vita alla propria voglia di creare qualcosa di unico e speciale.

© Riproduzione riservata