Inviti battesimo: come scegliere

Il battesimo del vostro piccolo merita un biglietto d’invito originale e indimenticabile. Seguite i nostri consigli per scegliere quello più adatto a voi.

Il battesimo è la prima festa del vostro bimbo, una tappa importante nella sua vita, l’occasione per presentarsi al mondo. Organizzerete tutto nel minimo dettaglio: dal rinfresco al vestito da indossare, dai fiori alla scelta del padrino e della madrina. Ma ancora prima che arrivi il grande giorno ciò che arriverà tra le mani di tutti i partecipanti sarà l’invito. Quindi ecco la nostra guida per scegliere e realizzare un perfetto invito al battesimo.

Le nostre proposte

Per prima cosa, a prescindere dal colore o dall’immagine che sceglierete, è importante che in primo piano ci sia il nome del vostro piccolo. Perciò sarà opportuno che salti subito all’occhio il nome del protagonista della cerimonia. Quindi sì a colori sgargianti come oro e argento per farlo risaltare ancora di più o, perché no, anche un bigliettino pop-up così che sia proprio impossibile dimenticare il nome del vostro bimbo.

Passiamo ora a una scelta che può sembrare scontata ma non lo è affatto: i colori e la forma dell’invito. Così come per il vostro ricevimento, è una bella idea che anche l’invito abbia un colore predominante. E non è detto che si debba optare solo per i classici abbinamenti azzurro-maschietti e rosa-femminucce. Perché non inviare a tutti un biglietto di un bel giallo vivace e allegro? Anche le tonalità del verde possono essere un’idea innovativa così come un biglietto con sfondo bianco e decorazioni arcobaleno: queste tonalità saranno la vostra salvezza sopratutto se i protagonisti sono due gemelli di sesso diverso.

Un altro aspetto spesso trascurato, ma che può fare la differenza nell’estetica del vostro invito, è la forma del biglietto. Spesso si opta per una classica forma quadrata o rettangolare ma le sagome tra cui scegliere sono davvero infinite. Una volta comprato il cartoncino del colore che avete scelto potete ritagliare un romantico cuore, un ciuccio, un biberon o una carrozzina. 

Vediamo nello specifico qualche idea per un battesimo al femminile o uno al maschile.

Inviti battesimo bimba

Per quanto riguarda i colori, se preferite rimanere su quelli classici, il rosa offre davvero tante sfumature. Non solo rosa confetto ma anche un sofisticato rosa cipria o un più vivace fucsia, un delicato tono lilla o un più profondo ed elegante color lavanda. Ma, come detto, nulla vi vieta di spaziare dal giallo all’arancione per una piccola che si presenta solare e simpatica già dall’invito al suo battesimo. Un’altra scelta colore da fare è quella per le scritte che decoreranno il vostro invito. Potete optare per caratteri ton sur ton o per una tinta a contrasto, come oro e argento, che faccia risaltare ancora di più la data, la location scelta e il nome della vostra bimba. Sentitevi libere di scegliere anche caratteri satinati per rendere tutto ancora più femminile.

Se parliamo invece della forma del biglietto, per la vostra principessa l’invito potrà avere quella di una corona, un fiore o una farfalla. Aggiungete qualche brillantino o adesivo ed ecco a voi un originalissimo invito al battesimo della vostra piccola.

Inviti battesimo bimbo

Per il vostro bimbo invece non solo azzurro cielo. Anche qui le sfumature sono tantissime e vanno dal color turchese come l’acqua del mare a un blu più deciso, o da una tinta elettrica e vivace fino al blu carta da zucchero. Se volete osare con altri colori allora il verde farà al caso vostro. Potrete scegliere una delicata tonalità pastello o uno sfavillante verde prato. Per quanto riguarda le scritte, anche per i maschietti andranno benissimo l’oro e l’argento o toni freddi che richiamino il colore che avete scelto per il biglietto.

Invece del solito invito rettangolare, per l’ometto di casa optate per la forma di un astronave o quella di un animaletto come un dinosauro o un gattino. Per il piccolo potete anche ritagliare la sagoma di un tenero piedino o di una piccola manina invitando così i vostri cari in maniera originale e simpatica.

Cosa scrivere?

Una volta scelto il colore di base dell’invito al battesimo, vi chiederete sicuramente cosa scrivervi all’interno. È importante che trasmetta tutto il vostro amore e la voglia che avete di condividerlo con amici e parenti. Quelli più tradizionali recano il nome del bimbo o della bimba, la data, il luogo della cerimonia e quello in cui si svolgerà il ricevimento. Come sempre però potete arricchirlo come più preferite. Un’idea simpatica è che il biglietto sia scritto dal bimbo in persona e che quindi sembri che sia lui a invitare tutti cari alla sua prima festa.

Ecco un’idea: “Eccomi! Sono arrivato/a, sono il/la piccolo/a…….. Io, la mia mamma e il mio papà siamo lieti di invitarvi al mio battesimo!

In alternativa, potrete essere voi genitori a estendere formalmente l’invito a tutti quanti abbiano voglia di conoscere il nuovo arrivato. Aggiungete passi delle letture o dei canti eseguite durante la cerimonia o anche aforismi e frasi riguardanti la nascita di una nuova vita.

Ve ne proponiamo una qui: “Alcuni dicono che la felicità bisogna cercarla lontano, altri dicono che dimora vicino, ma la vera felicità, quella perfetta, è quella che si trova nella culla di un bambino”.

Qualsiasi cosa scegliate potrete affidarvi a una tipografia ma anche compilarli a mano. Darete un tocco senza dubbio meno professionale ma molto più personale e sicuramente apprezzato da chi riceverà il biglietto.

Quale foto usare?

Come ultimo passo, potete impreziosire il biglietto con un’immagine. Le combinazioni sono davvero infinte ma un modo per rendere indimenticabile l’invito è quello di utilizzare la foto del piccolo protagonista. Che sia uno scatto dei suoi primi giorni di vita, un collage che testimoni la sua crescita dal giorno della sua nascita al giorno del battesimo o una bella foto ricordo di tutta la famiglia unita, sarà senza ombra di dubbio un tocco inaspettato. Se invece volete utilizzare altri soggetti via libera ad angioletti e teneri cuccioli ma anche personaggi dei cartoni o la classica cicogna con il fagottino nel becco.

Ora che il bigliettino è completo, dovrete mettere la stessa cura dei dettagli anche per realizzare la busta. Sceglietene una di un tono che richiami il colore che avete usato nell’invito e impreziositela con applicazioni in stoffa come fiori o piccoli cuori morbidi. Chiudetela con un nastro di raso e un bel fiocco che richiami quello della nascita.

Come ultima cosa, ma non meno importante, va ricordato che gli inviti non hanno solo il compito di trasmettere la vostra felicità: devono anche essere efficaci. Quindi dedicate attenzione alla compilazione delle informazioni logistiche e agli orari in modo che non possano sorgere fraintendimenti e ritardi. Assicuratevi di inviarli per tempo (o, se potete, consegnateli a mano) in modo che tutti gli invitati possano organizzarsi per essere con voi durante questo giorno pieno d’amore, presentandosi con un piccolo pensiero.

Ora spedite i vostri inviti e godetevi i primi giorni di vita del vostro piccolino.

© Riproduzione riservata