Ricevimento per battesimo: quando, dove e come organizzarlo

www.imagedream.biz

Il battesimo è senza dubbio una delle cerimonie religiose più importanti. Cosa si fa, in genere?

Spesso si organizza un vero e proprio ricevimento. Questo può riguardare una festa, un buffet o una cena al ristorante. Vediamo assieme di capire qualcosa di più su dove organizzarlo, quando e come, per non rischiare di sbagliare.

Le nostre proposte

Quando organizzare il ricevimento?

Partiamo, innanzitutto, da una domanda. Quando organizzare il ricevimento? Tutto dipende da quando è fissato il battesimo del piccolo o della piccola. Si può organizzare un ricevimento per l’ora di pranzo, se la cerimonia religiosa avverrà di mattina, oppure fare un piccolo rinfresco a metà pomeriggio. Se la cerimonia, invece, avviene nel pomeriggio, andremo a festeggiare la sera, ovviamente tenendo però conto che il piccolino sarà senza dubbio più stanco. L’organizzazione della cerimonia dovrà essere organizzata un po’ di tempo prima: dovremo, quindi, avere cura di fare gli inviti in un tempo utile, al fine di far organizzare gli invitati e, nel caso, dare loro anche il tempo di acquistare un presente per il piccolo festeggiato.

La scelta della location

Per ciò che riguarda la scelta della location, questa dipende esclusivamente da voi. Non ci sono delle vere e proprie regole fisse, ma dovrete essere voi a decidere. Tanto per cominciare, dovete pensare al vostro budget e, quindi, scegliere se preferire una festa in casa, oppure affittando una stanza, oppure festeggiare al ristorante. Si può optare per un agriturismo, ad esempio, che adesso va molto di moda. Se il tempo lo consente, è possibile realizzare una bella festa in giardino, specialmente se il giorno del battesimo cade nella bella stagione. Altrimenti il tutto dovrà essere festeggiato al chiuso, anche se è estate. Un tempo, la scelta della location, secondo il galateo, non esisteva: si tendeva a festeggiare direttamente in casa dei genitori del piccolo. Le cose, con il tempo, sono ovviamente cambiate. Oggi possiamo permetterci di festeggiare come meglio si crede e dove vogliano. Non esistono più le rigide e arcaiche regole di un tempo.

Quanto tempo prima cominciare ad organizzare?

Per fare in modo che gli invitati possano darvi conferma della loro sicura presenza (e anche in segno di rispetto verso di loro), gli inviti dovranno essere fatti non all’ultimo momento. In genere, si inizia ad organizzare un mesetto prima della fatidica data, iniziando a telefonare a tutti gli invitati oppure mandando per posta gli inviti. Ad una settimana dall’evento, sarà cura degli invitati farvi sapere della loro presenza o meno, tramite una conferma. Dovrete iniziare anche a pensare all’eventuale location. Se questa sarà casa vostra, il discorso è molto più semplice. Se, invece, avete intenzione di affittare un locale, oppure di recarvi in un ristorante o agriturismo, dovrete aver cura di prenotare con largo anticipo, magari fissando già le pietanze ed i vari menù, tenendo conto delle esigenze di tutti gli invitati.

Questo ciò che dobbiamo sapere se abbiamo in mente di organizzare un ricevimento per il battesimo di nostro figlio. Non vi sono, come avete avuto modo di vedere, delle vere e proprie regole formali, bensì dei semplici accorgimenti da rispettare per evitare di fare brutta figura e per avere una maggiore organizzazione, vostra ma anche degli invitati che avete scelto per il vostro ricevimento.

© Riproduzione riservata