Preghiera dei fedeli: idee per le letture durante il battesimo

preghiera dei fedeli

La preghiera dei fedeli permette di personalizzare la cerimonia del battesimo con frasi e pensieri che lascino il segno nei cuori dei propri cari. Questa può rappresentare l’occasione perfetta per rendere l’evento personale e intimo, dato che tramite queste intenzioni possiamo scegliere che cosa esprimere. Le intenzioni che si manifestano in questa parte di liturgia, inoltre, risultano rivolte ai protagonisti della giornata: i genitori e la nuova creatura, che si appresta a entrare nella comunità cristiana.

La preghiera dei fedeli non è però l’unico modo per rendere unico il battesimo: uscendo dall’ambito della liturgia, anche curando le decorazioni, l’abbigliamento e scegliendo le letture giuste si può rendere la cerimonia originale e personale.

Le nostre proposte

Ecco alcune idee per personalizzare il giorno del battesimo.

Personalizzare la propria cerimonia

Personalizzare la cerimonia non è affatto semplice e scontato. Per rendere il battesimo unico in ogni minimo particolare, anche negli aspetti che hanno poco a che fare con il sacramento in sè, innanzitutto possiamo realizzare delle piccole decorazioni. Per quanto riguarda la cerimonia in chiesa, potete pensare a dei fiori che decorino le panche e le navate e che conferiscano al luogo un’atmosfera di festa.

Tuttavia i fiori non devono essere nulla di appariscente: bisogna tenere in conto che il battesimo è una celebrazione più intima rispetto al matrimonio. Per la scelta potete consultarvi con il vostro fiorista di fiducia, ma vi consigliamo di scegliere fiori bianchi e rosa per le femminucce, bianchi e blu per i maschietti. Al ricevimento, invece, potrete sbizzarrirvi con festoni, palloncini e le più disparate decorazioni.

Bisogna tenere presente, però, che per quanto riguarda l’allestimento della chiesa per un Battesimo, i fiori non sono l’unica alternativa. Per personalizzare la chiesa potrete posizionare all’ingresso le bomboniere con i confetti arricchite delle fotografie. Quest’idea potrebbe essere l’occasione per far capire a coloro che stanno per entrare che fanno parte di un qualcosa di grande. Un’altra idea particolare potrebbe essere quella di addobbare tutti i banchi con nastri o con dei bigliettini con frasi importanti: una sorta di augurio per il piccolo.

Per personalizzare al massimo la cerimonia è possibile realizzare delle bomboniere fai da te che rispecchino l’animo del bambino e quello dei genitori. Se non siete amanti del fai da te o temete di non fare un buon lavoro, potete rivolgervi a un rivenditore di fiducia, affinché realizzi delle bomboniere personalizzate.

Come detto precedentemente, le bomboniere potranno essere personalizzate con la fotografia del bambino protagonista della cerimonia. Queste saranno un bellissimo ricordo della giornata che gli invitati potranno conservare. Le foto del battezzando non sono la unica soluzione: le bomboniere potranno essere impreziosite da un bigliettino personalizzato da una frase, un pensiero dal profondo significato per la famiglia del bambino che verrà battezzato.

Anche l’abbigliamento non è da sottovalutare come elemento distintivo. Vestirsi in modo elegante è caldamente consigliato agli ospiti, ma è praticamente obbligatorio per i battezzandi, i loro genitori, il padrino e la madrina. Per dare un’impressione di unità e di armonia familiare, si consiglia di coordinare i colori dei capi dei familiari con quelli dei genitori e del piccolo. In alternativa si potrebbe scegliere di dare a tutti gli invitati un oggetto distintivo, come, ad esempio, una fascia, oppure chiedere a tutti gli invitati di indossare almeno un capo di abbigliamento di un colore specifico. Questa scelta fa sì che tutti si sentano parte integrante di quel giorno, dando, di conseguenza, molta importanza al bambino, ma anche a coloro che sono presenti in quella giornata importante e che lo saranno per il resto della sua vita.

Personalizzare le letture

La preghiera dei fedeli non è l’unica occasione con cui i genitori possono personalizzare la cerimonia, ma vi è anche la scelta delle letture. La maggior parte delle coppie lascia l’incarico al prete oppure ad amici o familiari. Sceglierle in prima persona diventa tuttavia un’occasione importante per personalizzare la cerimonia. Tra le letture più gettonate per questo sacramento vi è sicuramente il brano del Vangelo in cui si descrive il battesimo di Gesù. Inoltre, la Chiesa raccomanda in modo particolare altri tre brani:

  • l’incontro tra Gesù e il fariseo Nicodemo, narrato nel Vangelo di Giovanni;
  • il brano del Vangelo di Matteo che racconta come Gesù risorto invitò i suoi discepoli ad andare per il mondo a battezzare persone;
  • il brano del Vangelo di Marco dove si narra di Gesù che ordina ai suoi discepoli di lasciar venire a lui i bambini.

Non è tuttavia obbligatorio scegliere le proprie letture da questa limitata rosa. Si possono infatti prendere accordi con il sacerdote, qualora si voglia rendere il giorno del Battesimo davvero speciale e personale. La possibilità di scelta non si limita certo alle letture facenti parte del canone cristiano: è possibile chiedere di leggere durante la messa delle poesie oppure passi di libri che hanno segnato lo sviluppo dell’amore di coppia.

Personalizzare le preghiere

In molti casi sono le madrine o i padrini a scrivere come regalo e sorpresa per i genitori la preghiera dei fedeli: chi meglio delle persone scelte dai genitori per accompagnare il cammino della vita del piccolo o della piccola può fare questo? A volte, tuttavia, questo è un compito che spetta ai familiari, che lo fanno per rendere la celebrazione un momento di condivisione e di auguri a tutti gli effetti.

Il numero perfetto di preghiere in questa precisa occasione di solito è cinque: in tal modo vengono toccate le diverse sfere che sono relative alla quotidianità del bambino e della famiglia di cui fa parte. I temi trattati maggiormente riguardano tre ambiti:

  • la coppia di genitori, affinchè sappia sempre guidare il bambino nella sua vita dentro e fuori la Chiesa;
  • il nuovo bimbo venuto al mondo, al quale si augura una vita fantastica, ricca di esperienze e di felicità vera;
  • il rapporto che il bambino avrà con Dio: in quest’ultima preghiera si chiede a Dio di proteggere il bambino, di guidarlo nella sua missione all’interno della comunità cristiana e di accompagnarlo ogni giorno della sua vita.

Ecco come con dei piccoli accorgimenti all’interno della preghiera dei fedeli si potrà rendere la cerimonia dedicata al proprio figlio più personale.

© Riproduzione riservata