Organizzazione battesimo: a quanti anni si può battezzare?

battesimo

Organizzazione del battesimo: prenotazione della chiesa, del ristorante e inviti per gli amici sono solo alcune delle attività per realizzare l’evento.

Il battesimo è il primo passo verso la religione cristiana che i  genitori decidono per i propri figli. E’ il primo dei sette sacramenti e senza di questo non sarà possibile ricevere gli altri.

Le nostre proposte

E’ un evento da iniziare a preparare anche un mese prima dell’arrivo del bambino/a in famiglia. Le pratiche burocratiche legate ai documenti del piccolo/a possono essere prese in considerazione dopo la nascita. Il rito del battessimo ha la durata di 1 ora e di solito è di tipo comunitario, cioè avviene insieme ad altri bambini battezzandi.

I genitori devono stabilire una data, generalmente è una domenica, insieme alla chiesa di riferimento e dovranno tenere in considerazione che sia a loro che al padrino e alla madrina possa essere richiesto un periodo di formazione.

A quanti anni si può battezzare?

Il bambino/a che è entrato a far parte della neo-famiglia di solito viene battezzato durante il secondo o il terzo mese di vita. La data di calendario  potrà cadere in qualsiasi periodo dell’anno. C’è da tenere in considerazione che non esiste nessun vincolo per ricevere il primo dei sette Sacramenti. Il battessimo è un impegno importante che i genitori scelgono per il proprio figlio/a.

La chiesa non pone nessun limite sull’età e proprio per ciò è possibile riceverlo anche in età adulta. Chi si avvicinerà a questo sacramento lo farà su un credo cristiano ben consolidato nel tempo. La scelta sarà effettuata in completa autonomia e ovviamente legata ad un percorso di formazione.

La maggior parte delle famiglie opta per i primi mesi di vita e procede con largo anticipo all’organizzazione del battesimo.  Non resta che iniziare a prepararsi per affrontare il corso di preparazione, se necessario, e tutte le decorazioni per la festa.

© Riproduzione riservata