Madrina di battesimo: chi scegliere e quali compiti svolge

madrina di battesimo

Una delle scelte più significative da fare al momento del battesimo è quella della madrina di battesimo. Ecco alcune informazioni su come muoversi al meglio.

La madrina, lungi dall’essere solo una rappresentanza al momento del rito, è una figura che rappresenterà invece un importante riferimento per tutta la vita del bambino. Dunque occorre scegliere la persona giusta, affinché sappia assolvere ai suoi compiti: supporto morale e religioso anche degli anni futuri. Vediamo come fare.

Le nostre proposte

I requisiti della madrina di battesimo

Tanto per cominciare la madrina deve avere più di 16 anni. Poiché il battesimo è un sacramento appartenente al rito cattolico, deve essere della stessa religione e vivere in conformità con i principi cristiani: una donna convivente ma non sposata, divorziata o risposata non può svolgere questo compito. A volte esistono delle eccezioni, a esempio nel caso di divorzio o separazione. L’importante è che non si sia contratto un altro matrimonio civile.

Spetta poi i genitori a identificare quella persona che grazie al proprio carattere, affetto e predisposizione sarà la più adatta a svolgere questo delicato compito.

I compiti della madrina di battesimo

Durante la cerimonia del battesimo la madrina non tiene in braccio il bambino, lei deve, però, pronunciare al suo posto le promesse battesimali.

Il ruolo di madrina prosegue anche negli anni a venire, non si conclude con la cerimonia. Deve essere come una seconda mamma per il bimbo e una guida, un sostegno anche per i genitori, aiutandoli concretamente in caso di difficoltà.

È poi una figura di riferimento anche in ambito religioso. La madrina si impegna, infatti, a educare il figlioccio o la figlioccia nella fede, secondo i principi del Vangelo. Per questo, solitamente, la madrina di battesimo accompagna il bambino anche nei successivi sacramenti fino alla Cresima.

Ecco perché è importante che il ruolo venga preso con serietà e coscienza. Non si tratta soltanto di una rappresentanza, quindi una persona a cui venisse chiesto di essere la madrina dovrebbe pensare se si sente adatta al compito prima di accettare.

© Riproduzione riservata