Documenti per il battesimo: quali sono, come e dove procurarseli

documenti per il battesimo

In vista della prima cerimonia che coinvolge i propri figli occorre procurarsi dei documenti per il battesimo che devono consegnati alla Chiesa. Ma quali sono? Come e dove procurarseli?

Come per ogni cerimonia, anche per il battesimo è necessaria tutta una serie di documentazione relativa al bambino o alla bambina che sarà battezzata, ai genitori e ai padrini e alle madrine. Ma cosa serve nello specifico? Vediamolo insieme!

Le nostre proposte

Quali documenti per il battesimo servono?

I documenti necessari per il battesimo non sono molti e vanno consegnati alla Chiesa in cui verrà celebrata la messa ancora prima di concordare la data della cerimonia. La consegna deve essere fatta prima del grande giorno perché qualora qualcosa non fosse corretto o non venisse consegnato per intero, allora il battesimo non potrà avere luogo.

Presso gli uffici della parrocchia si può prendere il modulo di richiesta di battesimo. Al suo interno devono essere inseriti tutti i dati del piccolo che si desidera battezzare. Un documento fondamentale è il certificato di nascita: qui deve essere indicato il nome del padre e della madre del bambino. Importante è anche l’attestato di idoneità del padrino e della madrina. Su questo documento si deve dimostrare che entrambi hanno ricevuto il sacramento della Cresima. Questa è essenziale per poter far questo ruolo, altrimenti non possono essere considerati idonei a ricoprire questo ruolo. Requisiti fondamentali sono inoltre il fatto che non devono essere conviventi, che devono essere sposati in Chiesa e non solo con rito civile oppure che siano divorziati. Il loro ruolo è infatti importantissimo, soprattutto perché dovranno affiancare i genitori durante la crescita dei piccoli.

Consigli utili

Questi sono tutti i documenti necessari per poter battezzare i propri figli. La documentazione non è molta ma richiede comunque molto tempo per poter essere analizzata e approvata. Proprio per questo motivo è importante iniziare ad informarsi un po’ prima.

Una volta accettata e consegnata alla Chiesa in cui si intende far battezzare il piccolo allora è quindi possibile stabilire la data della cerimonia insieme al parroco.

© Riproduzione riservata