Confettata per il battesimo: idee per allestirla al meglio

confettata per il battesimo

La confettata per il Battesimo è uno dei momenti salienti e più attesi durante il rinfresco che segue la cerimonia. Ecco allora qualche consiglio per realizzarne una originale.

Il tavolo della confettata, come noto, non deve mai mancare ad un Battesimo. Vediamo assieme alcuni trucchi per prepararlo al meglio, con tanto di targhette, differenti gusti di confetti e confezioni particolari.

Le nostre proposte

Dove posizionare il tavolo

Qual è la posizione migliore per il tavolo dei confetti? In genere, questo viene posizionato in un angolo, ma non è certo l’unico luogo in cui può essere messo. Si consiglia, inoltre, di porre il tavolo in modo che questo possa essere accessibile da ogni lato e di non metterlo, quindi, attaccato ad un muro. In questo modo, si eviteranno code intorno al tavolo della confettata, poiché vi saranno più persone che, contemporaneamente, vi si potranno avvicinare e gustare i confetti che metterete loro a disposizione. Ovviamente, avrete la facoltà di posizionarlo nei punti che crederete più opportuni, tenendo sempre conto del luogo in cui allestirete il buffet e dello spazio, quindi, che avrete a disposizione.

Gusti della confettata per il Battesimo

Quali possono essere i gusti dei confetti da offrire ai vostri ospiti? Per tutte le cerimonie, i confetti non possono mancare assolutamente. I gusti più classici, come noto, sono due: il primo è alla mandorla, che si ottiene semplicemente ricoprendo la mandorla con il classico rivestimento di zucchero dei confetti; il secondo è, invece, al cioccolato. Questi due gusti non potranno certo mancare nella vostra confettata.

Se si vuole rendere più particolare la confettata è possibile scegliere i gusti più disparati. Si sta diffondendo sempre di più la tendenza di offrire sapori speciali di questi dolcetti, da quelli più classici a quelli più sofisticati e complessi. Esistono confetti allo yogurt, alla ricotta, ai frutti di bosco e alla frutta in generale come alla banana, alla noce, all’anguria, all’uva, alla pera, alla fragola, alla pesca e al pistacchio. Accanto a questi che, se vogliamo, sono piuttosto semplici, ne esistono di ancora più stravaganti, come alla rosa, alla viola, alla panna e cioccolato, al caffè, allo champagne, al babà, al peperoncino, al cannella, al whisky, alla liquirizia, alla menta, alla sfogliatella, alla pastiera napoletana, fino ad arrivare addirittura al misto creme o alla torta Sacher. Un assaggio di questi vari gusti potrebbe essere perfetto per stupire i vostri ospiti. Tenete sempre conto del vostro gusto personale e di quello dei vostri invitati.

Sacchetti di organza, stoffa o pizzo

Per contenere i confetti, in genere, si scelgono pratici sacchettini. Ad una confettata, spesso vengono aggiunti sacchettini di carta o scatoline, ma si possono scegliere benissimo sacchetti di organza, stoffa o pizzo, a seconda del gusto personale. Possiamo acquistarli in un negozio di confetti e bomboniere, o in un negozio di articoli da regalo. Oltre a ciò, possiamo decidere di acquistarli su internet, tenendo conto che il costo sarà senza dubbio minore, dato che sul web si riescono a trovare moltissime offerte in merito a questi oggetti.

Alcune persone utilizzano anche i centrini in pizzo, rigorosamente fatti a mano, per contenere i confetti che poi andranno legati con un bel nastro. Come sempre, esiste l’imbarazzo della scelta e sarete voi a scegliere ciò che volete. Tenete, inoltre, conto del colore che volete per i vostri sacchetti. Potrete sceglierli bianchi, rosa o azzurro a seconda del sesso del battezzato o dei colori che preferite. Ne esistono, inoltre, di diverse stoffe, possiamo ricorrere al cotone, al raso, al tulle. Generalmente, i sacchetti di organza, stoffa o pizzo vengono scelti anche per contenere i confetti delle bomboniere, mentre per quelli della confettata si usano più cartoncini o cartoni.

Targhette

Per una confettata di tutto rispetto, specialmente se vi sono molti gusti di confetti, sono indispensabili le apposite targhette. Queste serviranno agli invitati per distinguere i vari gusti dei confetti. Ogni gusto differente, infatti, dovrà essere messo in ciotole o sacchetti differenti, riconoscibili attraverso le apposite targhette che riportano il gusto del confetto in questione.

Potrete acquistare targhette già fatte, ordinandole su internet, oppure potrete realizare le vostre targhette da soli, cercando di essere più originali possibili e, magari, decorando con fiori e disegni il cartoncino, al fine di rendere più allegro il risultato finale. Se conosciamo qualcuno con una bella calligrafia, possiamo pensare di farlo a mano, altrimenti, via libera anche a scritte fatte appositamente con il personal computer, per un risultato più formale, ma più ordinato.

Quanti confetti in ciascun sacchettino?

Nei sacchettini, i confetti devono essere sempre in numero dispari, come tutti sappiamo. Tre, cinque, sette, nove: cerchiamo di contarli bene.

Per quanto riguarda la confettata per il battesimo, invece, gli invitati hanno la facoltà di prelevare da soli la quantità di confetti che vogliono e certo non possono stare lì a contare il numero dei confetti. Ne vengono, quindi, raccolti alcuni con l’aiuto di un cucchiaio e messi appositamente poi nei sacchettini o nelle scatoline di cartone. Cerchiamo di fare in modo che tutti abbiano i loro confetti.

Per quel che riguarda l’allestimento della confettata, quindi, cerchiamo di essere quanto più abbondanti possibili. Al termine della cerimonia, infatti, sarà meglio che i confetti non siano del tutto finiti nelle ciotole, ma che ve ne siano rimasti alcuni.

Per quanto concerne, invece, il numero dei confetti totali per una perfetta confettata, dobbiamo considerare circa 100 g di confetti a persona. Fate, quindi, i vostri conti affinché questi dolcetti siano particolarmente abbondanti. Vi serviranno, pertanto, alcuni kg di confetti se volete realizzare una confettata degna di questo nome e stupire i vostri ospiti.

Non esiste la ricetta della confettata per il battesimo perfetta:quello che conta veramente è che questi siano abbondanti e, magari, di differenti gusti, anziché utilizzare solo e sempre i soliti gusti alla mandorla o al cioccolato. Per quanto riguarda i colori, potrete scegliere quelli che preferite per il battesimo: i più classici sono i bianchi ma, se preferite, nessuno vi vieterà di utilizzare altri colori.

Ultimo elemento, ma non meno importante riguarda le allergie: cercare di memorizzare le intolleranze dei vostri invitati in maniera da non privare nessuno della deliziosa confettata per il battesimo.

© Riproduzione riservata