Confettata battesimo: idee e consigli per non sbagliare

I confetti si sono ormai guadagnati un posto d’onore in ogni ricevimento che si rispetti e quindi che battesimo sarebbe senza una confettata come si deve? Fin dai tempi passati i piccoli e deliziosi bon bon hanno rappresentato un augurio di felicità e prosperità. E poi piacciono proprio a tutti!

Oltre ad accompagnare la bomboniera e un piccolo gadget, i confetti possono essere degustati anche durate la cerimonia allestendo un piccolo buffet con ciotole di vetro contenenti queste deliziose leccornie. Per non sbagliare nemmeno una mossa per la confettata del battesimo del vostro piccolo, seguite i nostri preziosi consigli.

Le nostre proposte

Quali gusti scegliere?

Oltre che deliziosi da vedere e da ricevere come ricordo, i confetti sono prima tutto delle bontà per il palato. Tra i gusti più classici troviamo quelli al cioccolato, che può essere al latte, bianco o fondente, e quelli al gusto mandorla. In alternativa tra i gusti tradizionali potete optare per la nocciola o l’aromatico gusto al pistacchio.

Se invece volete fare una scelta meno scontata ma altrettanto buona, lasciatevi ispirare dalla stagione in cui si svolgerà il battesimo. Per le stagioni più calde utilizzate gusti freschi al palato come quelli della frutta. In commercio si possono trovare confetti al gusto anguria, melone, frutti rossi, pesca e agrumi ma anche frutti tropicali perfetti per l’estate come ananas, cocco e papaya.

Nel caso in cui la stagione sia più fredda lasciatevi coccolare da gusti caldi e ispirati ai dolci più famosi. Troverete la variante al tiramisù, alla ricotta e pere e anche torrone. O ancora cappuccino, vaniglia e caramello. Per dei dolcetti dai gusti un po’ più decisi utilizzate quelli aromatizzati al rum, al whisky, alla cannella o al caffè. Per dare un tocco di eleganza e originalità alla vostra confettata, scegliete quelli che al loro interno racchiudono creme morbide oppure nocciole e mandorle intere.

Sacchetti di organza, pizzo o stoffa?

Una volta scelte le tipologie di confetto da utilizzare, è ora di selezionare il materiale con cui avvolgerli.

La prima alternativa che vi proponiamo è l’organza. Si tratta di un tessuto davvero elegante, reperibile in una miriade di tonalità e facile da lavorare. Anche le meno esperte possono darsi al fai da te e ritagliare l’organza in modo quadrato o rotondo per poi andare a formare sacchetti da chiudere con nastri e applicazioni colorate.

Il pizzo sarà invece ottimo per una soluzione un po’ più leziosa, adatta per la confettata del battesimo di una bimba. Il sacchetto potrà essere completamente di pizzo e quindi semitrasparente o di un altro materiale che potrete poi ornare con pizzi e merletti.

Un’alternativa più semplice ma comunque di grande effetto è la stoffa. La creatività qui non ha limiti dato che in commercio possono trovarsi centinaia di fantasie tra cui scegliere. Un’idea carina è quella di inserire nel sacchetto confetti di differenti tonalità e richiamarle all’esterno con i colori della stoffa.

Quali gadget posso usare?

Anche qui date libero sfogo ai vostri gusti e alle vostre preferenze. Tra gli oggetti più utilizzati per accompagnare la confettata troviamo cornici, piccoli oggetti d’argento o di ceramica come angioletti, carrozzine o tenere scarpine. Ma anche ciondoli preziosi, utili portachiavi o segnalibri. In alternativa inserite i vostri sacchetti in piccoli vasi di vetro colorato o terracotta decorata che possano poi essere utili agli invitati una volta terminati i dolcetti.

Per una confettata di classe ricordate di selezionare colori che si sposino con la vostra location o con il vestito del piccolo protagonista. Nel caso di una bimba toni caldi e sfumature del rosa e del rosso, per un maschietto invece tonalità fredde come le sfumature dell’azzurro e del blu.

© Riproduzione riservata